ascolta in streaming

  • Ascolta radio rosa in streaming
  • Ascolta radio 3 Network in streaming
  • Ascolta Sangiradio in streaming
  • Ascolta Radio Siena in streaming

Notizie - in Val d'Elsa

RCR, ulteriori 12 mesi di cassa integrazione. Il sindacato: «Respinta la richiesta di contratto di solidarietà»

RCR, ulteriori 12 mesi di cassa integrazione. Il sindacato: «Respinta la richiesta di contratto di solidarietà»28-02-2013 CASSA INTEGRAZIONE RCR COLLE DI VAL D'ELSA | La situazione della RCR di Colle di Val d'Elsa è ancora critica. A dimostrazione delle difficoltà dell'azienda c'è l'accordo con i sindacati per ulteriori 12 mesi di cassa integrazione, che quindi esaurirà i propri effetti il 28 febbraio 2014. A commentare questa decisione è il segretario generale FILCTEM CGIL Siena, Marco Goracci.

Goracci parte da lontano e ricorda come l'ex Calp abbia rappresentato «per decenni la vocazione artistica dei concittadini di Arnolfo di Cambio nella produzione di oggetti in cristallo», ma che «di quel florido periodo dove chi lavorava "alla Piana" era considerato un privilegiato alla stregua di un bancario, oggi è rimasto solo un ricordo che anima le conversazioni nostalgiche di alcuni pensionati».

Il rappresentante sindacale ricorda anche come gli ammortizzatori sociali «siano stati largamente usati in RCR» e che nelle scorse settimane ha rappresentato ancora una volta il motivo del confronto fra azienda e sindacato.

Tecnicamente la cassa integrazione, seppur richiesta per la totalità dei dipendenti (ad oggi 424 senza contare i dirigenti), interesserà mediamente nell'arco di vigenza circa 100 lavoratori; modalità e criteri di rotazione fra il personale coinvolto saranno oggetto di un successivo accordo fra azienda e rappresentanti sindacali dei lavoratori.

«La condizione per poter guardare in termini positivi al futuro di RCR - afferma Goracci - passa inevitabilmente attraverso una serie di interventi che abbiano la finalità di ristabilire un rapporto sostenibile fra fatturato e situazione debitoria pregressa. E' necessaria un'azione energica da parte della Dirigenza su ambedue i fronti: abbattimento graduale del debito e potenziamento dell'area commerciale, così da poter penetrare con i prodotti RCR in mercati nuovi e meno soggetti ai riflessi della crisi generale».

«L'intesa raggiunta sulla cassa integrazione - continua il segretario FILCTEM CGIL - è stata tutt'altro che un atto formale; non a caso il confronto, avvenuto in sede istituzionale, si è acceso in più occasioni, in un dibattito caratterizzato da toni molto vivaci, in particolar modo sulla richiesta avanzata dalla delegazione sindacale, e ostinatamente respinta dall'Azienda, di adottare un contratto di solidarietà per poter gestire questi ulteriori 12 mesi. Purtroppo la presa di posizione aziendale denota la mancanza di quella apertura mentale che sarebbe necessaria in questi frangenti. C'è solo da sperare - conclude Goracci - che pari fermezza e determinazione venga usata dalla dirigenza per trasformare le dichiarazioni di intenti sul futuro di RCR in fatti reali».

  • Meteo
  • Lavoro
  • Bacheca
  • Viaggi
  • Oroscopo
  • RSS

Notizie - in Val d'Elsa

Promuovere la tua attività su Valdelsa.net è facile e conviene!

Chiama subito lo 0577 933868 o scrivi una email a pubblicita@valdelsa.net

Per una vacanza da sogno
in Toscana prenota su

www.in-tuscany.it

Valdelsa.net - Testata giornalistica on-line registrata presso il Tribunale di Siena il 15/02/2005 al n° 252. Registro della Stampa del Tribunale di Siena n° 1-2005 - Dir. Resp.: Federico Bertolucci

Redazione: via Montegrappa, 24/a 53036 Poggibonsi (Siena) Toscana | tel. 0577 933868 | fax 0577 936793 | e-mail: info@valdelsa.net