Empoli, tenta il suicidio con il gas. Salvato da Carabinieri e Polizia

Una richiesta d'aiuto disperata da parte di una donna, dopo che il suo compagno le aveva detto di volersi togliere la vita. L’operatore della Centrale, già a conoscenza della situazione dei due soggetti, ha immediatamente inviato l’autoradio richiedendo anche il supporto della Polizia di Stato. Una volta giunti presso l’abitazione, gli operanti hanno bussato ripetutamente alla porta d’ingresso senza ottenere risposta e, avendo già percepito l’odore di gas che fuoriusciva dalla casa, hanno cercato i contatori per chiudere le valvole dall'esterno e bloccare il flusso del metano

Commenti 0
  • Condividi questo articolo:
  • c
  • d
  • j

Nella serata di ieri una donna 33enne di Empoli ha chiamato il 112 chiedendo disperatamente aiuto in quanto l’ex convivente l’aveva contattata avvertendola che si sarebbe suicidato con il gas nella loro abitazione a Empoli.

L’operatore della Centrale, già a conoscenza della situazione dei due soggetti, ha immediatamente inviato l’autoradio richiedendo anche il supporto della Polizia di Stato. Una volta giunti presso l’abitazione, gli operanti hanno bussato ripetutamente alla porta d’ingresso senza ottenere risposta e, avendo già percepito l’odore di gas che fuoriusciva dalla casa, hanno cercato i contatori per chiudere le valvole dall’esterno e bloccare il flusso del metano. Subito dopo sono stati fatti uscire i vicini, avvisati del pericolo. Poi la decisione di sfondare l’infisso per accedere all’interno.

Una volta dentro, gli operanti si sono precipitati alle finestre per far circolare l’aria e sul corpo dell’uomo, disteso a terra e quasi incosciente. L’uomo, 50enne rumeno, è stato quindi trasportato all’aperto dove il personale del 118 intervenuto lo ha immediatamente trasportato al Pronto Soccorso di Empoli per accertamenti.

Il successivo sopralluogo ha permesso di constatare che il rumeno aveva reciso con delle forbici il tubo del gas e che su una mensola vi era un biglietto di addio. Ai piedi di una poltrona invece un piccolo cane, deceduto verosimilmente a causa delle esalazioni del gas.

Successivamente sono intervenuti i Vigili del Fuoco e il personale di Toscana Energia per ripristinare le condizioni di sicurezza. Anche il personale intervenuto è stato sottoposto a specifico protocollo dai medici dell’ospedale di Empoli, con esito positivo.

Pubblicato il 17 gennaio 2018

  • Condividi questo articolo:
  • c
  • d
  • j

Lascia un commento

Torna su