A Barberino e Tavarnelle è tempo di Rally della Fettunta

La manifestazione ha ottenuto un grande riscontro di iscritti, ben 88 equipaggi tra moderne e storiche, il 20 per cento in più rispetto al 2016. La gara conferma il suo appeal nazionale con partecipanti da 10 regioni

Commenti 0
  • Condividi questo articolo:
  • c
  • d
  • j

Ci siamo. Comincia domani il weekend dedicato al Rally della Fettunta 2017, organizzato dalla scuderia Valdelsa Corse il 2 e 3 dicembre a Barberino e Tavarnelle Val di Pesa. La manifestazione ha ottenuto un grande riscontro di iscritti, ben 88 equipaggi tra moderne e storiche, il 20 per cento in più rispetto al 2016. La gara conferma il suo appeal nazionale con partecipanti da 10 regioni. «E’ significativo per noi il netto aumento di iscritti, che si sposa con l'attesa che percepiamo nel territorio e sui social network man mano che si avvicina la partenza -, dicono alla vigilia Marco Piazzini e Matteo Corti del comitato organizzatore - le strutture ricettive stanno ospitando team e equipaggi, la macchina organizzativa è in pieno fermento. Agli spettatori chiediamo di mettersi in sicurezza e di seguire le indicazioni dei commissari di percorso e delle forze dell’ordine». Questa è la quarta edizione del Fettunta nel formato 'rallyday' ma la prima volta in cui è stato disputato fu il 1977: nel totale viene raggiunta ora la 39/a edizione.

I piloti. Supera l’Appennino e torna nel Chianti l'emiliano Luciano D'Arcio, vincitore 2016 al Fettunta e fresco trionfatore nel Trofeo toscano Rallyday 2017 di Aci Sport. D’Arcio vuole fare la doppietta con la Clio Williams. Ma in lizza per il primo posto assoluto ci sono anche il sancascianese Giacomo Matteuzzi, con Renault Clio R3C, il veneto Luca Soravia, e il lucchese Paolo Lenci con la sua pregiata Peugeot 306 già vincitore della gara nel 2008. Abbonato ai piani alti delle classifiche il pratese Fabio Bolognesi (Mitsubishi) e sorprese sono attese dagli altri della ‘pattuglia’ veneta in gara, gente veloce come Mattiuz, Pilat, Stizzoli e da Federico Feti. Sotto osservazione i locali Corti, Boldrini, Borghi, Anichini e Bossini, il lucchese Fagni e, nella classe R2B il fiorentino Ancillotti che può scalare molto la graduatoria generale. Numerose e incerte le classi A7, R2B, N3 e N2.

Il rally storico . Con vetture di grande qualità, felicità per i collezionisti che le possiedono, il 15/o rally Fettunta storico ha l’onore di precedere il rally moderno nell’ordine di partenza. Un museo viaggiante che ruggisce ancora e che vede favorito d’obbligo il senese Alberto Salvini della Valdelsa Corse: con la Porsche 911 Rs e il navigatore Davide Tagliaferri può bissare la vittoria del 2016. Da seguire le prestazioni di Piergiorgio Barsanti su Escort Rs 2000, Marco Nuti su Renault 5 Maxi Turbo, Franco Ermini con Elisabetta Tognana su Renault. C’è anche un equipaggio interamente femminile formato da Serena Barsanti e Valentina Giorgieri.

Validità e premi. Il Rallyday della Fettunta è valido come prova conclusiva del Trofeo Rallyday Toscana di Aci Sport e per l’Open Rallyday. La gara assegna i seguenti trofei: 3/o Trofeo CoMeta al miglior conduttore under 28, 7/o Memorial Mirko Giachetti al miglior navigatore under 25, 2/o  Memorial Davide Tulipani al primo di classe N2.  Con la R2-Cup viene ripartito un montepremi del valore di 1.000 euro, più iscrizioni gratuite per l’edizione 2018, ai primi della classe R2B.

Il programma. Verifiche sportive e tecniche sabato 2 dicembre a Barberino dove la mattina di domenica 3 dicembre, alle ore 8.01 (orario teorico transito prima vettura, partono prima le storiche, poi le  moderne), sarà data la partenza dalla Porta medievale sulla Cassia. L’arrivo sarà a Tavarnelle nel pomeriggio della domenica a partire dalle 15.40. Parco assistenza (due soste) a Sambuca Val di Pesa dove alle 9.46 c'è il primo riordino allo stabilimento Bacci. Altro riordino alle 12.30 in piazza Matteotti a Tavarnelle. Previsti due controlli a timbro: uno all’Azienda Olearia del Chianti a Panzano; l’altro dopo pranzo a San Casciano nel Piazzone. Consegna del road book da Barinco a Tavarnelle sabato 2 dicembre (ore 8.30-12.30). Confermate le sei prove speciali (tre da ripetere) a Sicelle (ore 9.00 primo start, ore 12.00 secondo passaggio), Campoli (ore 11.00 e ore 14.01) e Cortine-Tignano (ore 9.20 e 15.10) per un totale di 160 km di cui 32,4 km cronometrati, tutti su asfalto.

Le info sulla gara. Tutte le informazioni sul sito www.valdelsacorse.it dove si possono scaricare cartina, tabella dei tempi, elenco iscritti, albo d’oro. Cronaca e commenti dalle prove speciali e dal parco assistenza su Facebook con ‘Diretta Rally’, progetto a cura di Luciano Olivari e Pietro Gasparri. 

Pubblicato il 1 dicembre 2017

  • Condividi questo articolo:
  • c
  • d
  • j

Lascia un commento

Torna su