Aria bollente anche in Val d'Elsa. Previste temperature che sfiorano i 40 gradi

La prevenzione degli effetti negativi delle ondate di calore è possibile e ciò permette di mirare in maniera ottimale gli interventi preventivi verso le persone a rischio più elevato. I soggetti maggiormente vulnerabili sono: anziani, bambini e neonati, malati cronici, non autosufficienti e coloro che svolgono una intensa attività all’aperto

Commenti 0
  • Condividi questo articolo:
  • c
  • d
  • j

I giorni della prossima settimana, secondo le previsioni, saranno davvero "bollenti", in tutti i sensi. Le alte temperature di giugno lasciavano in effetti presagirlo,ma la calda bolla di aria calda in arrivo dall'Africa potrebbe rendere quest'estate una delle più calde degli ultimi anni.

A Poggibonsi e Colle  si registrano per martedì 1 agosto massime di 39 gradi, a Certaldo addirittura i 40. 

La prevenzione degli effetti negativi delle ondate di calore è possibile e ciò permette di mirare in maniera ottimale gli interventi preventivi verso le persone a rischio più elevato. I soggetti maggiormente vulnerabili sono: anziani, bambini e neonati, malati cronici, non autosufficienti e coloro che svolgono una intensa attività all’aperto.

Pubblicato il 28 luglio 2017

  • Condividi questo articolo:
  • c
  • d
  • j

Lascia un commento

Torna su