Bambino di 22 mesi muore per meningite, la Regione Toscana rinnova l'appello alla vaccinazione

Con la morte del bambino di 22 mesi della provincia di Lucca, deceduto al Meyer, in Toscana salgono a 7 le morti per meningite da meningococco C nel 2016. Proprio poche ore fa l'assessore al diritto alla salute Stefania Saccardi aveva annunciato tutte le nuove misure messe in atto dalla Regione per contrastare la diffusione del meningococco C

Commenti 0
  • Condividi questo articolo:
  • c
  • d
  • j

Con la morte del bambino di 22 mesi della provincia di Lucca, deceduto al Meyer, in Toscana salgono a 7 le morti per meningite da meningococco C nel 2016. Proprio poche ore fa l'assessore al diritto alla salute Stefania Saccardi aveva annunciato tutte le nuove misure messe in atto dalla Regione per contrastare la diffusione del meningococco C. Tra queste, la delibera che modifica il calendario vaccinale, portando a tre le dosi di vaccino per i bambini: la prima fra il 15° e il 13° mese, la seconda tra 6 e 9 anni, la terza a 13 anni compiuti. Il bambino morto stanotte non era stato vaccinato.

«Sono profondamente addolorata per la morte di questo bambino - dice Stefania Saccardi - ed esprimo la mia vicinanza alla famiglia. Purtroppo, il bambino non era vaccinato. Proprio ieri, presentando le nuove misure della Regione contro il meningococco C, avevo ribadito l'importanza del vaccino, davvero l'unico mezzo per proteggersi dalla diffusione di questo batterio particolarmente aggressivo. Dopo questa morte, rinnovo ancora una volta il mio appello e invito i genitori a rispettare il calendario vaccinale e a fare ai loro figli tutte le vaccinazioni necessarie. E anche gli adulti a vaccinarsi contro il meningococco C».

Pubblicato il 30 dicembre 2016

  • Condividi questo articolo:
  • c
  • d
  • j

Lascia un commento

Torna su