Barberino, i consumi elevati aggravano la crisi idrica. Posizionata un'autobotte in via Novoli

Le squadre di Publiacqua sono al lavoro per ridurre i disagi in corso mediante regolazioni di rete ed un'autobotte con rastrelliera è stata posizionata nei pressi di via Novoli, in un’area facilmente raggiungibile dalle auto. Al momento il serbatoio di Monte Petri sta tornando ai livelli di normalità e le problematiche registrate a San Filippo dovrebbero diminuire nelle prossime ore. Analogo beneficio si dovrebbe registrare anche per la tubazione che serve la zona sud del territorio comunale

Commenti 0
  • Condividi questo articolo:
  • c
  • d
  • j

I problemi che si stanno registrando a Barberino Val d'Elsa sono determinati da un innalzamento dei consumi rilevato a partire dal fine settimana scorso e sono aggravati dalle problematiche di approvvigionamento causate dall'eccezionale stato siccitoso. Le straordinarie condizioni climatiche stanno riducendo le capacità di produzione delle fonti locali, integrate regolarmente dalla fine di luglio con l’invio di autobotti che immettono risorsa nei serbatoi locali. Il primo agosto avevamo pubblicato un articolo in cui spiegavamo che Barberino Val D’Elsa e Tavarnelle Val di Pesa sono i due comuni con i sistemi acquedottistici più fragili.

Le squadre di Publiacqua sono al lavoro per ridurre i disagi in corso mediante regolazioni di rete ed un'autobotte con rastrelliera è stata posizionata nei pressi di via Novoli, in un’area facilmente raggiungibile dalle auto. Al momento il serbatoio di Monte Petri sta tornando ai livelli di normalità e le problematiche registrate a San Filippo dovrebbero diminuire nelle prossime ore. Analogo beneficio si dovrebbe registrare anche per la tubazione che serve la zona sud del territorio comunale.

Pubblicato il 30 agosto 2017

  • Condividi questo articolo:
  • c
  • d
  • j

Lascia un commento

Torna su