Beffe e amore: a Certaldo si raccontano le novelle del Boccaccio

All'interno della Casa di Boccaccio in Certaldo Alto, la novella al centro della serata sarà la sesta della nona giornata, una giornata dedicata da Boccaccio alla beffe fatte dalle donne agli uomini e viceversa

Commenti 0
  • Condividi questo articolo:
  • c
  • d
  • j

Venerdì 12 gennaio 2018 alle ore 21.00 torna il consueto appuntamento del secondo venerdì del mese con “Si racconta le novelle del Boccaccio”.

All'interno della Casa di Boccaccio in Certaldo Alto, la novella al centro della serata sarà la sesta della nona giornata, una giornata dedicata da Boccaccio alla beffe fatte dalle donne agli uomini e viceversa. La lettura integrale dell'opera è affidata alla voce di Marco Lazzerini accompagnata dal flauto traverso suonato da Alessandra Caponi e alle percussioni Andrea Gatti. Direzione artistica: Carlo Romiti. Musiche: Damiano Santini.

Questa la sinossi della novella così come la scrive Boccaccio in incipit: "Due giovani albergano con uno, de' quali l'uno si va a giacere con la figliuola, e la moglie di lui disavvedutamente si giace con l'altro. Quegli che era con la figliuola, si corica col padre di lei e dicegli ogni cosa, credendosi dire al compagno. Fanno romore insieme. La donna, ravvedutasi, entra nel letto della figliuola, e quindi con certe parole ogni cosa pacefica." (Decameron IX - 6)

Per prendere parte alla serata è necessario prenotarsi chiamando il numero 0571 663580 o scrivendo una mail a info@laboratoripolis.it

Pubblicato il 9 gennaio 2018

  • Condividi questo articolo:
  • c
  • d
  • j

Lascia un commento

Torna su