Bullismo, una vicenda reale sul palcoscenico de Il Momento. Doppio spettacolo per sensibilizzare

Un doppio appuntamento a Empoli, dove la piece teatrale si avvale del patrocinio del Comune di Empoli ed è in programma Domenica 29 ottobre 2017

Commenti 0
  • Condividi questo articolo:
  • c
  • d
  • j

“Muro, la storia di Lisa”, uno spettacolo teatrale sul bullismo. Una vicenda reale portata sul palcoscenico per sensibilizzare tutti, ma soprattutto giovani e studenti, su una tematica ancora di triste attualità. Un doppio appuntamento a Empoli, dove la piece teatrale si avvale del patrocinio del Comune di Empoli ed è in programma Domenica 29 ottobre 2017, alla Sala Teatro “Il Momento”, di via del Giglio, alle 17.00 e alle 21.00. “Muro, la storia di Lisa” è l’inizio di un progetto che parte da una storia vera e si sviluppa in proposte di laboratori nelle scuole con l’ausilio di specialisti psicologi della Kronos Firenze.

Una vicenda reale di bullismo che ha toccato nel profondo la persona che l’ha subita ma anche i familiari, la scuola e, seppur in modo opposto e contrario, anche chi ha inferto le umiliazioni. Da qui nasce lo spettacolo. Un racconto semplice, intenso, a tratti crudo. Isabella Vezzosi, autrice del testo, insieme a Silvia Rabiti, curatrice dell’adattamento e regista, portano in scena  la storia di Lisa. In una stanza semplice, fra giochi e libri con un tavolo a indicare un’ipotetica cattedra, il racconto prende vita. Sul palco da segnalare la presenza straordinaria dell’attrice Elda Alvigini, madrina del progetto e voce narrante dello spaccato video proiettato durante lo spettacolo, la favola del Muro Arcobaleno.

Lo spettacolo avrà ingresso gratuito per i ragazzi fino a 12 anni, tutte le scuole di Empoli sono state coinvolte tramite i rispettivi docenti e insegnanti. Ma il doppio appuntamento avrà anche un obiettivo benefico, infatti parte del ricavato sarà devoluto a Lilith, il Centro Aiuto Donna Lilith delle Pubbliche Assistenze Riunite di Empoli che fornisce supporto psicologico, assistenza legale ed accoglienza alle donne che subiscono violenza all’interno delle mura domestiche.

Il progetto “Muro, la storia di Lisa”, curato da Silvia Rabiti, è ampio e articolato. Lo spettacolo teatrale è rivolto principalmente agli studenti, ma sarà proposto anche agli adulti con rappresentazioni serali, come avverrà a Empoli. Nelle settimane scorse, presso l’ex zuccherificio di Fontanella, sono iniziate le riprese del cortometraggio che con la regia di Costantino Maiani racconta le vicende di Lisa, la bambina vittima per anni dei bulli: altri corti cinematografici confluiranno poi in un lungometraggio distribuito per sensibilizzare sulle tematiche del bullismo.

Il progetto sul bullismo curato dall’Associazione Culturale “Punti di Vista”, ha l’obiettivo di sensibilizzare e avvicinare ragazzi, genitori e docenti  a questa tematica, non tramite una semplice discussione passiva, ma attraverso un percorso che faccia comprendere le dinamiche e che renda attivi nel risolvere alcune situazioni potenzialmente dannose, limitando il senso di impotenza che spesso permea anche le stesse autorità scolastiche.

Come detto due gli spettacoli a Empoli, Domenica 29 ottobre 2017, alla Sala Teatro “Il Momento”, di via del Giglio, alle 17 e alle 21: ingresso 10 euro, gratuito per ragazzi entro i 12 anni.

Pubblicato il 23 ottobre 2017 (modifica il 23 ottobre 2017 | 17:34 )

  • Condividi questo articolo:
  • c
  • d
  • j

Lascia un commento

Torna su