Castelfiorentino, il sottopasso ferroviario si tinge di... graffiti

E' stata organizzata un’inaugurazione ufficiale del sottopasso, “rinnovato” in stile graffiti. L’appuntamento è fissato per mercoledì 27 luglio alle ore 21.30, in piazza Cavour, angolo via Ridolfi, dove i ragazzi potranno far vedere al pubblico presente le tecniche di decorazione murale apprese in questi mesi, realizzando dal vivo con gli spray delle opere, tramite l’utilizzo di appositi supporti in pellicola, che essendo facilmente rimovibili potranno essere tenuti come un bel ricordo di questa iniziativa

Commenti 0
  • Condividi questo articolo:
  • c
  • d
  • j

Il sottopasso ferroviario del centro urbano di Castelfiorentino si riqualifica grazie ad un gruppo di ragazzi castellani che si sono formati sull’arte dei graffiti. Fino a poco tempo fa il luogo era spesso segnalato per le cattive condizioni di manutenzione e per lo scarso decoro: è  bastato inserirlo nel progetto “Graffi urbani” edizione 2016 per riportarlo a nuova vita e renderlo irriconoscibile. 

Il progetto, attivato dall’Associazione culturale CETRA, nell’ambito delle attività del Centro Infanzia Adolescenza e Famiglia, e finanziato su un bando del Comune di Castelfiorentino dedicato alle politiche giovanili, è ormai giunto alla terza edizione e dal 2014 ha avvicinato ben 54 ragazzi (in 30 incontri complessivi), coinvolti in un interessante percorso di sensibilizzazione verso l’arte dei graffiti, che, se opportunamente utilizzata, può costituire uno strumento innovativo di recupero di luoghi degradati.

«Per concludere in bellezza – interviene l’Assessore alle Politiche Giovanili, Francesca Giannì, - il percorso dedicato al graffito vedrà quest'anno, nei suoi ultimi incontri, anche la riqualificazione esterna del CIAF (Centro Infanzia Adolescenza e Famiglia), il luogo da cui tutto è partito,  uno spazio di educazione informale del Comune di Castelfiorentino, che si pone  come obiettivo quello di avvicinare i ragazzi e costituire per loro luogo di ritrovo aperto  per il proprio tempo libero e di aggregazione, con la possibilità di fare i compiti, di ascoltare musica e di partecipare ad attività da loro direttamente promosse, di cui il progetto “Graffi urbani” costituisce un esempio significativo».

Se le due edizioni precedenti del progetto avevano avuto come obiettivo dei ragazzi, diretti all’epoca dall’abile regia dell’artista SKIM, la riqualificazione o il rinnovamento di spazi pubblici  quali piazza Naji e le scuole dell'infanzia Leonardo  da Vinci e Don Minzoni, nell’edizione 2016 i partecipanti al percorso si sono concentrati sul sottopasso ferroviario della centrale Via Ridolfi, dopo i lavori di risistemazione curati dal Comune in virtù di un accordo con Rete Ferroviaria Italiana che ne ha la proprietà.

Il sottopasso era già zona di graffitari che di passaggio lasciavano la loro traccia con scritte di diverso tipo; l'intervento effettuato ha invece permesso di far conoscere ai ragazzi che con gli spray si possono realizzare delle vere e proprie opere d'arte.

La collocazione centralissima del sottopasso e il suo essere già luogo di ritrovo per gli adolescenti ha fatto sì che la partecipazione alla sua riqualificazione estetica sia stata veramente numerosa, con la presenza dai 20 ai 30 ragazzi in ogni pomeriggio di attività.

Ognuno di loro ha avuto la possibilità di esprimersi avendo a disposizione una porzione di muro da decorare, con un tema unico "il viaggio", in omaggio  anche alla stazione ferroviaria collocata nelle immediate vicinanze.

L’Assessore Giannì tiene a sottolineare il ruolo fortemente educativo dell’iniziativa sui graffiti: «Con la riqualificazione diretta dei luoghi, i ragazzi imparano ad averne maggiore rispetto e cura. Inoltre questo progetto ha sicuramente contribuito ad educarli ad una cittadinanza attiva e più responsabile e ad accrescere il loro senso di appartenenza al proprio paese».

E proprio per dare il giusto valore al risultato ottenuto dal lavoro di quest’anno, è stata organizzata un’inaugurazione ufficiale del sottopasso, “rinnovato” in stile graffiti. L’appuntamento è fissato per mercoledì 27 luglio alle ore 21.30, in piazza Cavour, angolo via Ridolfi, dove i ragazzi potranno far vedere al pubblico presente le tecniche di decorazione murale apprese in questi mesi, realizzando dal vivo  con gli spray delle opere, tramite l’utilizzo di appositi supporti in pellicola, che essendo facilmente rimovibili potranno essere tenuti come un bel ricordo di questa iniziativa. L’inaugurazione del sottopasso avverrà nella cornice della manifestazione  “Castello Summer” che ha animato il centro storico in tutti i mercoledì di luglio e che si prepara, mercoledì 27, al gran finale con tante iniziative di aggregazione.

Pubblicato il 26 luglio 2016

  • Condividi questo articolo:
  • c
  • d
  • j

Lascia un commento

Torna su