Certaldo, il Centro Studi Ars Nova intitolato a Marcello Masini

La tre giorni di eventi certaldese parte venerdì, 15 dicembre, ore 19.00, con la prima edizione del Premio ‘Nino Pirrotta’. Nino Pirrotta (Palermo,1908 – 1998) è stato un grande musicologo italiano. Diplomatosi al Conservatorio di Firenze nel 1930, direttore della biblioteca del Conservatorio di Santa Cecilia a Roma, accademico dei Lincei, ha insegnato alla Sapienza di Roma ma anche nelle prestigiosissime Harvard University, Princeton University e Columbia University

Commenti 0
  • Condividi questo articolo:
  • c
  • d
  • j

Da venerdì 15 a domenica 17 dicembre, la Casa di Boccaccio a Certaldo Alto vedrà tre giorni dedicati alla musica ed alla letteratura medievali con alcuni tra i massimi studiosi del settore, che si ritrovano a Certaldo perché proprio qui l’Ente Nazionale Giovanni Boccaccio e il Centro Studi sull’Ars Nova Italiana del Trecento hanno, da oltre mezzo secolo, la loro sede. E qui, ogni anno, lo studio della letteratura e della musica del Medioevo trovano occasioni feconde di scambio, tra studiosi di fama, giovani ricercatori, appassionati del settore. La tre giorni culminerà domenica 17 dicembre, ore 11.00, con l’intitolazione del Centro Studi sull’Ars Nova Italiana del Trecento a Marcello Masini, sindaco di Certaldo dal 1956 al 1975 e fondatore del Centro Studi, scomparso il 10 novembre 2016.

La tre giorni di eventi certaldese parte venerdì, 15 dicembre, ore 19.00, con la prima edizione del Premio ‘Nino Pirrotta’. Nino Pirrotta (Palermo,1908 – 1998) è stato un grande musicologo italiano. Diplomatosi al Conservatorio di Firenze nel 1930, direttore della biblioteca del Conservatorio di Santa Cecilia a Roma, accademico dei Lincei, ha insegnato alla Sapienza di Roma ma anche nelle prestigiosissime Harvard University, Princeton University e Columbia University. Il Premio, una medaglia, che viene assegnato ad uno studioso che si è distinto nello studio della musica o della letteratura italiana del Trecento, viene conferito a John Nádas, della University of North Carolina at Chapel Hill.

Concluderà la cerimonia il concerto - sempre ad ingresso libero come la cerimonia - degli Ensemble Micrologus, formazione di musica medievale nata nel 1984 e oggi tra i più affermati gruppi di musica medievale a livello internazionale. La formazione è stata fondata da Patrizia Bovi, Gabriele Russo, Adolfo Broegg (scomparso nel 2006) e Goffredo Degli Esposti, che sono ancora oggi il cuore pulsante dell’ensemble, attento da sempre ad una lettura filologica degli spartiti ed al recupero delle sonorità del tempo grazie anche alla ricostruzione di strumenti dell'epoca e dello studio delle vocalità antiche. I loro concerti sono sempre un’occasione di grande musica e spettacolo.

Sabato 16 e domenica 17 dicembre, ci sarà una due giorni di conferenze e presentazione di libri dedicati a musica e letteratura medievali, che culminerà con la intitolazione del Centro Studi sull’Ars Nova italiana del Trecento a Marcello Masini.

Questo il programma

Sabato 16 – Casa del Boccaccio
Chair: Stefano Campagnolo

15.00-15.45 - Lucia  Battaglia  Ricci  e  Stefano  Zamponi  presentano  il  volume  Leggere  il  Decameron  di Francesco Bausi (Bologna, Il Mulino 2017)
15.45-16.30 - Aldo Menichetti (Firenze) - Un altro tipo di versi ipometri
16.30-17.15 - Thomas  Persico  (Bergamo)  -  Verso  la  fine  dell’Ars  nova:  contaminazione  di  genere  nella canzone italiana
17.15-17.30 - Pausa caffè
17.30-18.15 - Angelica  Vomera  (Torino  –  Paris/Sorbonne),  Intorno  ad  alcuni  testi  ‘francesi’  del  codice Torino, Biblioteca Nazionale Universitaria, T.III.2
18.15-19.00 - Rino Caputo e Sofia Lannutti presentano il volume Boccaccio e i volgarizzamenti di Stefano Carrai (Roma-Padova, Antenore 2016) 

Domenica 17 – Casa del Boccaccio
Chair: Rino Caputo

9.15-9.45 - Maria Lettiero (Roma) - Immagini e percezioni ‘sonore’ nel giardino del Decameron
9.45-10.15 - Giorgio Monari (Roma) - Genesi delle note rosse nel Roman de Fauvel (alle origini dell’Ars nova)
10.15-10.45 - Rino Caputo e Stefano Campagnolo presentano il volume La consolazione della letteratura. Un itinerario tra Dante e Boccaccio di Claudia Sebastiana Nobili (Ravenna, Longo Ed. 2017)
10.45-11.00 - Agostino  Ziino:  Marcello  Masini,  fondatore  del  Centro  Studi  sull'Ars  nova  italiana  del Trecento.
Ore 11.00 - Cerimonia per l’intitolazione del Centro Studi sull’Ars nova italiana del Trecento a Marcello Masini, fondatore del Centro

Tutta la cittadinanza è invitata a partecipare

Pubblicato il 13 dicembre 2017 (modifica il 13 dicembre 2017 | 16:11 )

  • Condividi questo articolo:
  • c
  • d
  • j

Lascia un commento

Torna su