Crisi Poggibonsi Calcio, Galligani della Lega Nord: «Tempi maturi per l'azionariato popolare»

Le sorti del Us Poggibonsi calcio sono ancora in primo piano nel dibattito cittadino. Sull'argomento interviene la Lega Nord, con le parole di Riccardo Galligani: «L'U.S. Poggibonsi è in forte crisi economica, sportiva e societaria e l'argomento fa discutere molto i cittadini e la politica locale. Dopo le accuse di immobilismo fatte all'amministrazione comunale dalla lista civica "Insieme Poggibonsi", dalla Lega Nord arriva un'idea concreta per il rilancio della squadra giallorossa: l'azionariato popolare»

Commenti 0
  • Condividi questo articolo:
  • c
  • d
  • j

Le sorti del Us Poggibonsi calcio sono ancora in primo piano nel dibattito cittadino. Sull'argomento interviene la Lega Nord, con le parole di Riccardo Galligani: «L'U.S. Poggibonsi è in forte crisi economica, sportiva e societaria e l'argomento fa discutere molto i cittadini e la politica locale. Dopo le accuse di immobilismo fatte all'amministrazione comunale dalla lista civica "Insieme Poggibonsi", dalla Lega Nord arriva un'idea concreta per il rilancio della squadra giallorossa: l'azionariato popolare».

«Stiamo assistendo a quello che sembra essere un lento ed inesorabile declino della squadra giallorossa con la colpevole complicità di questa amministrazione comunale che non sta muovendo un dito per trovare una soluzione, a meno che non ci siano già accordi di sotto banco per "regalare" l'U.S. Poggibonsi a qualcuno, e alla quale ipotesi ovviamente, ci opporremmo con tutte le nostre forze. Nonostante questa condizione così assurda però, siamo convinti che la città abbia le energie positive per risalire la china e crediamo che a questo punto siano maturi i tempi per valutare seriamente un progetto di azionariato popolare che miri a restituire la squadra di calcio poggibonsese ai suoi tifosi attraverso un percorso chiaro e di prospettiva futura - afferma Riccardo Galligani della Lega Nord -. Nonostante non sia un tifoso accanito, sono molto dispiaciuto per l'attuale situazione ed in particolare per tutti quei tifosi che ogni domenica dedicano il loro tempo per sostenere la squadra a prescindere dai risultati. Credo che quello dell'azionariato popolare possa rappresentare oggi una proposta concreta da tenere in forte considerazione, anche in virtù del fatto che altre realtà europee e nazionali hanno intrapreso questa importante sfida con ottimi risultati anche dal punto di vista sportivo».

Pubblicato il 19 gennaio 2017 (modifica il 20 gennaio 2017 | 17:15 )

  • Condividi questo articolo:
  • c
  • d
  • j

Lascia un commento

Torna su