Dall'Eroica alla Mille Miglia: la passione per ruote e motori nella mostra di Maurizio Sani

Protagonista in passato di corse di auto storiche con la Scuderia automobilistica Val d'Elsa Classic Motor Club, Sani è collezionista di auto e moto d'epoca che sulla tela sembrano sfrecciare a gran velocità

Commenti 0
  • Condividi questo articolo:
  • c
  • d
  • j

Dall'Eroica alla Mille Miglia è il titolo della mostra che verrà inaugurata sabato 21 ottobre presso la Sala Quadri del Comune di Poggibonsi. Protagonista dell'evento è Maurizio Sani, artista poggibonsese conosciuto in Italia e all'estero per il suo stile personalissimo che consente di riconoscere a prima vista le sue opere. Le tele di Sani parlano chiaramente di una passione che non ha bisogno di essere descritta perché è sufficiente scorrere le immagini delle tante mostre a cui ha partecipato per capire che i motori sono stati da sempre una passione ineguagliabile. 

Dopo aver partecipato in passato a corse di auto storiche con la Scuderia automobilistica Val d'Elsa Classic Motor Club, oggi è collezionista di auto e moto d'epoca che sulla tela sembrano sfrecciare a gran velocità in una coloratissima ammucchiata dal sapore naif. Sani riesce a raccontare un'epoca, con gli occhi del bambino che fu e che dalle finestre della sua casa sulla Cassia vedeva passare la mitica Mille Miglia. I ricordi danno vita ad un carosello interminabile di auto e lambrette guidate da una moltitudine di piloti in cui è possibile riconoscere lui stesso protagonista una, dieci, cento volte di un sogno mai abbandonato. 

Maurizio Sani vive e lavora a Poggibonsi in uno studio molto particolare in cui il cavalletto su cui dipinge cerca di farsi spazio fra le fedeli compagne di gioventù come le  rosse Gilera, la Giulietta Sprint, la Simca Coupè e la Matra Simca Bagheera alle quali l'artista dipingendo si ispira. La forza penetrante dei colori ad olio che ama e la spensieratezza della corsa rappresentata  non riescono tuttavia  a nascondere la sottile nostalgia che pervade le sue opere testimoni della seconda passione della sua vita, la pittura, che lo ha portato ad esporre dall'Italia agli Stati Uniti. 

La mostra, promossa dal Laboratorio di Arti Visive e patrocinata dal Comune di Poggibonsi, si chiuderà il 29 ottobre.

Antonella Lomonaco

Pubblicato il 18 ottobre 2017 (modifica il 18 ottobre 2017 | 11:49 )

  • Condividi questo articolo:
  • c
  • d
  • j

Lascia un commento

Torna su