Dieci anni di Innocenti Wines: esperienza, cura e cultura del vino

«Siamo nati come distributori di vino soprattutto per bar, ristoranti e quant'altro», ci spiega Gianni Innocenti, proprietario dell'impresa con il fratello Francesco, che ripercorre insieme a noi la storia della loro attività. «Ci piace definirci una sorta di "talent scout" - aggiunge -, alla ricerca di piccole aziende non scontate che non avevano visibilità. Col tempo le abbiamo fatte conoscere in Italia e non solo, portando i loro prodotti in Giappone, negli Stati Uniti, in Cina...»

Commenti 0
  • Condividi questo articolo:
  • c
  • d
  • j

Esperienza, cura, cultura del vino. Sono questi gli ingredienti che caratterizzano i dieci anni di attività di Innocenti Wines, l'enoteca poggibonsese che da sempre si contraddistingue per la valorizzazione delle piccole realtà. «Siamo nati come distributori di vino soprattutto per bar, ristoranti e quant'altro», ci spiega Gianni Innocenti, proprietario dell'impresa con il fratello Francesco, che ripercorre insieme a noi la storia della loro attività. «Ci piace definirci una sorta di "talent scout" - aggiunge -, alla ricerca di piccole aziende non scontate che non avevano visibilità. Col tempo le abbiamo fatte conoscere in Italia e non solo, portando i loro prodotti in Giappone, negli Stati Uniti, in Cina...».

Da magazzino a negozio. Da anni la Innocenti Wines si occupa di selezionare aziende in tutta Europa, che vengono seguite letteralmente: «Siamo stati lì di persona, abbiamo assaggiato i vini, le loro annate. C'è stata un'attenta e meticolosa scelta. Da alcuni anni abbiamo sentito la necessità di allargarsi e da semplice magazzino abbiamo deciso di creare un'enoteca che offrisse ai nostri clienti anche la degustazione e la vendita al dettaglio della bottiglia».

Da negozio all'evoluzione di fare enoteca. Ad oggi alla Innocenti Wines si possono trovare circa 900 etichette tra vini, rosati, champagne. «Non c'è una ridondanza di prodotti, ma una selezione mirata - ci racconta Gianni -. Accanto ai brand più importanti e conosciuti ci sono pure le piccole realtà, che anche se meno note si fanno apprezzare subito. Chi vuole fare l'esperienza di bere del vino, ovviamente, ha sempre bisogno di qualcosa da mangiare che lo accompagni. Da qui, in maniera molto spontanea e naturale, è nata l'idea di fare prima alcune serate e adesso la cucina. Non vogliamo essere un ristorante, ma un'enoteca moderna, che secondo noi, oggi, deve offrire anche da mangiare. Per noi questa è una grande scommessa, ci abbiamo pensato a lungo prima che i tempi fossero davvero maturi».

I primi ad apprezzare questa formula sono soprattutto i giovani, che, da attenti e curiosi consumatori, come si legge in un articolo uscito poco tempo fa, sono interessati a scoprire e a conoscere nuovi odori e nuovi sapori.

La caratteristica che accomuna tutti i vini della Innocenti Wines è l'ottimo rapporto qualità prezzo. I profumi, l'acidità, la longevità del vino sono le caratteristiche che determinano la selezione. Le bottiglie qui sono servite al prezzo da asporto, che spesso è anche più basso di quello delle cantine dell'azienda produttrice, perché, come dicono i proprietari stessi, «vogliamo sviluppare la cultura del vino».

Pubblicato il 7 novembre 2017

  • Condividi questo articolo:
  • c
  • d
  • j

Lascia un commento

Torna su