Droga, arrestati due uomini che coltivavano marijuana. Sequestrate 30 piantine

I Carabinieri, nei giorni passati, erano venuti a conoscenza della piantagione e per tale motivo, quotidianamente, effettuavano controlli per individuare il responsabile. Finalmente ieri sera la svolta. Intorno alle ore 19.30 si sono presentati alla piantagione due uomini. Dopo aver preso dei secchi nascosti nella vegetazione, hanno iniziato ad annaffiare le piante. I Carabinieri, senza pensarci due volte, sono intervenuti e li hanno beccati mentre si occupavano delle loro 15 piantine alte circa 1.60 m

Commenti 0
  • Condividi questo articolo:
  • c
  • d
  • j

Nella serata di ieri, i Carabinieri della Stazione di Montelupo Fiorentino hanno dato luogo ad una serie di controlli con successive perquisizioni presso due abitazioni nel Comuni di Empoli. In particolare, i militari dell’Arma, dopo avere monitorato per alcuni giorni una piantagione di Marijuana, nei pressi della draga in località Tinaia, hanno beccato i due uomini che la coltivavano. 

Nello specifico, gli operanti, nei giorni passati, erano venuti a conoscenza della piantagione e per tale motivo, quotidianamente, effettuavano controlli per individuare il responsabile. Finalmente ieri sera la svolta. Intorno alle ore 19.30 si sono presentati alla piantagione due uomini. Dopo aver preso dei secchi nascosti nella vegetazione, hanno iniziato ad annaffiare le piante. I Carabinieri, senza pensarci due volte, sono intervenuti e li hanno beccati mentre si occupavano delle loro 15 piantine alte circa 1.60 m. 

Si tratta di un 39enne, vecchia conoscenza dell’Arma per reati della stessa specie e di un 32enne incensurato, entrambi di Empoli. I successivi accertamenti hanno permesso di rinvenire sulla persona del 39enne un grammo di eroina mentre, presso la sua abitazione, sono stati rinvenuti anche: un barattolo in vetro contenente circa 60 grammi di Marijuana, un contenitore nero contenente 27 semi di Marijuana, la somma contante di 390,00€ (ritenuta provento dell’attività illecita) e infine, nel locale antibagno, una piccola serra della medesima sostanza provvista di deumidificatore, lampade alogene e ventilatore che servivano ad alimentare 11 piantine. Invece il 32enne coltivava 3 piantine di marijuana sul balcone di casa sua come se fossero piante di fiori. 

I due sono stati arrestati per coltivazione e detenzione di droga, in concorso. Dopo la compilazione degli atti sono stati tradotti presso la casa circondariale di Sollicciano, a disposizione della magistratura fiorentina.  

Pubblicato il 6 luglio 2016

  • Condividi questo articolo:
  • c
  • d
  • j

Lascia un commento

Torna su