Guicciardini: «Valentini chiarisca se vuole stare nel Pd o vuole fare una lista civica»

Il segretario del Pd senese: Non è accettabile sentirsi dire da un esponente del Pd e Sindaco che ''si aspetta il cadavere sul fiume'', intendendo una sconfitta del Pd alle elezioni. Anche lui avrebbe l'onere e la responsabilità di contribuire al risultato delle elezioni politiche, come aveva annunciato che avrebbe fatto»

Commenti 5
  • Condividi questo articolo:
  • c
  • d
  • j

Il Segretario provinciale del Pd di Siena, Niccolò Guicciardini, chiede un chiarimento all'attuale sindaco di Monteriggioni Bruno Valentini, sulle sue "prospettive" in vista delle elezioni comunali a Siena.

«Dopo non aver voluto partecipare alle primarie di centrosinistra, oggi, nel pieno di una campagna elettorale decisiva per il futuro del Paese, Bruno Valentini - afferma il segretario democratico - torna a polemizzare contro tutti, utilizzando le vicende che riguardano la Banca Mps e il ruolo della magistratura in una diatriba politica inopportuna. Non è accettabile sentirsi dire da un esponente del Pd e Sindaco che "si aspetta il cadavere sul fiume", intendendo una sconfitta del Pd alle elezioni. Anche lui avrebbe l'onere e la responsabilità di contribuire al risultato delle elezioni politiche, come aveva annunciato che avrebbe fatto. Valentini torna, in una fase così complessa e senza il minimo rispetto per la fase di smarrimento che vive la città, a parlare di questioni che non interessano a nessuno a partire dalla sua scelta di non partecipare alle primarie. E' inaccettabile visto il suo ruolo nel partito e nell'Amministrazione. E ancora più inaccettabile paventare la possibilità di presentarsi come candidato di una lista civica contro il Pd e contro il centrosinistra. Su questo punto, auspico una smentita. L'obiettivo comune, come dimostra il lavoro in sinergia di Renzi e Bersani, deve essere infatti quello dell'unità e di dare basi solide al futuro dell'Italia e di Siena, e questo passa in primo luogo dalla vittoria del Pd e della coalizione di centrosinistra alle elezioni politiche».

«Nel corso della conferenza stampa - spiega Guicciardini - Valentini ha rilanciato su un dialogo con il partito provinciale, cosa che peraltro qualche giorno fa ho annunciato e che era già stato condiviso unanimemente nell'assemblea provinciale. Questo testimonia una certa strumentalità nella tempistica e nei modi. Il partito provinciale con quello comunale e lo stesso Franco Ceccuzzi si sono spesi con forza creando le condizioni affinché Bruno Valentini potesse partecipare alle primarie di centrosinistra dello scorso 20 gennaio. Come è noto, proprio Valentini non ha voluto partecipare alla competizione per la selezione del candidato Sindaco del centrosinistra, iniziando subito dopo a protestare. In un quadro così delicato e difficile per la nostra comunità ci vuole umiltà e responsabilità nel rapporto con i cittadini. In troppi, come stamani ha fatto anche Valentini, stanno strumentalizzando la questione della Banca Mps in chiave elettorale e senza il giusto senso di responsabilità. Rimane il fatto che il Pd è l'unica forza che ha fatto seria autocritica e che ha già avviato un rinnovamento concreto nei modi, nelle idee e nelle persone. Un rinnovamento che è stato messo in atto dallo stesso Franco Ceccuzzi da Sindaco di Siena con input che hanno avviato una nuova fase per la Banca e gli sono costati la permanenza a Sindaco, come sottolineato in questi giorni da esponenti politici, del giornalismo e dell'economia di livello nazionale».

«Questa strada, quella del rinnovamento, continueremo a percorrerla nel segno dell'apertura e dell'inclusione, ma senza consentire che il rinnovamento sia merce di scontro politico né di sterili polemiche. Nelle prossime ore incontrerò Bruno Valentini perché non penso sia utile parlarsi sui giornali e gli chiederò che il suo posizionamento nel Pd e per il Pd sia chiaro. Proprio oggi - conclude Guicciardini - abbiamo presentato un comitato elettorale di quindici ragazzi e ragazze di tutta la Provincia, energie emerse con le primarie. Siamo tutti insieme adesso per il sostegno alla campagna delle politiche e domani nel partito per la sfida nella città. Per questo, il rinnovamento non si fermerà».

Pubblicato il 1 febbraio 2013

  • Condividi questo articolo:
  • c
  • d
  • j

Commenti

  1. Avatar
    Sempre un poggibonsese 01/02/2013

    verifica
    un ultima cosa caro Guicciardini:
    tu, il Brogioni , la Coccheri e il Ceccuzzi, fate un giro a Monteriggioni e guardate come si amministra un comune. Forse imparate qualcosa.

  2. Avatar
    Lorenzo 01/02/2013

    ma vi rileggete
    Ma Guicciardini si rilegge????

  3. Avatar
    James 01/02/2013

    il pd
    il pd che candida ceccuzzi è uno scandalo altro che valentini

  4. Avatar
    monaci, frati e suore 04/02/2013

    avanti francigeni
    ma la politica come c**** la seguite? il francingeno s'è attaccato al monaci, democristiano padre padrone di un modo di fare politica che è vecchio come il cucco e che è responsabile della caduta di siena...padre di quel tale che nonostante fosse nella banca tanto cara al Vs. francingeno non ha perso tempo ad andare con monti... ma fatemi il piacere....

  5. Avatar
    Un poggibonsese 01/02/2013

    Fuori moda
    Caro Guicciardini, da un giovane, noi giovani ci si aspetta coraggio, modernità e audacia e soprattutto sapccatura col passato. Certamente non ci si aspetta un adattamento alle logiche di partite "vecchie e dannose" (teoria inconfutabile). Il Valentini ha avuto il coraggio di smarcarsi da queste logiche, guidato dall'aver compreso il malessere dei cittadini stufi di questa politica del "proteggere la casta". Cosa vorresti dire che il discorso di Dalema sull'influenza del PD sul Monte è corretto. Ma stiamo scherzando! Abbi il coraggio di rinnovare e di non diventare un grigio politico come tutti. Dici cose che sembrano lette dal Manuale del navigato politico degli anni 90. Abbi il coraggio di smarcarti dal sistema e di qualcosa di nuovo.

Lascia un commento

Torna su