I genitori dei ragazzi del liceo Volta di Colle: ''Linea comune contro i tagli alle classi. La situazione è ancora in divenire''

Stasera, giovedì 26 agosto, alle ore 21.30 è stata organizzata una riunione di tutti i genitori dei ragazzi iscritti a tutte le classi del liceo ''A.Volta'' di Colle di Val D'Elsa per parlare e illustrare la situazione della scuola valdelsana a pochi giorni dall'inizio dell'anno scolastico alla luce dei tagli sulle classi confermati in questi giorni

Commenti 7
  • Condividi questo articolo:
  • c
  • d
  • j

Stasera, giovedì 26 agosto, alle ore 21.30 è stata organizzata una riunione di tutti i genitori dei ragazzi iscritti a tutte le classi del liceo "A.Volta" di Colle di Val D'Elsa per parlare e illustrare la situazione della scuola valdelsana a pochi giorni dall'inizio dell'anno scolastico alla luce dei tagli sulle classi confermati in questi giorni.

I genitori e i ragazzi si riuniranno per "scegliere una linea comune per fronteggiare gli ulteriori tagli di agosto e per prepararsi alla partecipazione al consiglio d'Istituto straordinario di martedì 31 agosto (alle ore 17). Si raccomanda la massima partecipazione possibile anche a quei genitori le cui sezioni, oggi, non sono interessate dai tagli, perché la situazione è ancora molto fluida e potrebbe cambiare da un momento all'altro, con la conseguenza che potrebbero anche cambiare gli interessati. Con la presente - spiega una nota di alcuni genitori - si invitano anche le Amministrazioni Comunali della Val d'Elsa, e in particolare tutti i Sindaci, se possibile, a partecipare all'incontro o quanto meno a inviare un loro rappresentante".

Leggi anche: Brogioni, Coccheri, Bassi e Campinoti: ''Sconcertati per la decisione di tagliare due classi al liceo Volta''

Pubblicato il 26 agosto 2010

  • Condividi questo articolo:
  • c
  • d
  • j

Commenti

  1. Avatar
    Ex alunno 30/08/2010

    Assurdo
    Che vergogna! Ecco come declassare una scuola che fino a qualche anno fa era tra le eccellenze della provincia di Siena, sia come rendimento, che come organizzazione. Non solo certe scelte vengono prese in Agosto, all'insaputa di tutti, mentre la maggioranza degli interessati è in ferie, ma si tratta di problemi che già a Maggio-Giugno il comitato conosce, in quanto a fine anno scolastico vengono comunicati i fondi a disposizione e l'organico. Inutile che facciano finta di niente..al provveditorato di Siena la questione era già nota e hanno aspettato l'ultimo momento, 10 giorni prima delle lezioni, per fare a modo loro. Sono già state accorpate 2 prime al classico ed 1 allo scientifico e adesso vogliono TIRARE A SORTE tra le terze e le quarte per decidere un'altra classe da tagliare e dividerla. E' un controsenso inutile e pericoloso, per mille motivi. Primo tra tutti quello dei libri, che le famiglie hanno già acquistato, ma anche per i ragazzi stessi che non sanno con chi saranno in classe tra pochi giorni. Senza contare la stupidità di pensare di dividere una quarta, classe che ha già iniziato il triennio e in cui già si è instaurata una certa solidità. Sarebbe molto meglio mettere un filtro alle iscrizioni. CHE SCHIFO!!!

  2. Avatar
    paolo il caldo 27/08/2010

    spiegazione
    ma uno che non è in parte in causa secondo voi cosa ci capisce da un articolo del genere? Nulla

  3. Avatar
    Ex alunno 27/08/2010

    Come se non si sapesse
    Il Volta è sempre stata una scuola super politicizzata a senso unico DALLA CASTA DEI PROFESSORI..Mi sono sorbito per anni (5) continui sermoni e propagande dai soliti noti contro riforme e politici vari. Come se al 90% di noi studenti fregasse qualcosa, magari avremmo preferito una Storia insegnata obbiettivamente e non incentrata solo sul "partigianesimo".
    Chi è passato di lì, comunque la pensi, sa bene a cosa mi riferisca.
    Adesso c'è il problema MOLTO SERIO dei tagli, bene va risolto per il bene di tutti, ma i problemi veri del Volta sono altri..
    P.S.
    Ometto volutamente di raccontare come in molti lì dentro si guadagnano lo stipendio..

  4. Avatar
    La redazione 27/08/2010

    Nota di redazione
    La vicenda del liceo Volta nasce a luglio e il giorno prima all'uscita di questo articolo ne è uscito un altro che spiegava, tramite le parole delle amministrazioni locali, la situazione nella scuola colligiana.

  5. Avatar
    marco 26/08/2010

    ma i
    ma i genitori "pidiellini" che ne pensano ? Non protesteranno mica anche loro ! Sarebbe assurdo. Se sono gente coerenti ( stento a scrivere senza ridere ) dovrebbero appoggiare totalmente il ministro Gelmini !

  6. Avatar
    James 26/08/2010

    caro marco
    mi sa che sarebbe prendere troppo pensare che l'elettore medio berlusconiano possa capire il sistema di causa effetto che c'è tra lo sputtanamento della scuola (in questo caso i tagli alle classi del Volta) con la rifirma Gelmini, ministro del governo Berlusconi.... Daranno la colpa ai comunisti

  7. Avatar
    marco 26/08/2010

    temo
    temo che tu abbia ragione james.... del resto i comunisti hanno sempre mangiato i bambini quindi figuriamoci che vuoi che sia per loro togliere un paio di classi...

Lascia un commento

Torna su