Il Castello di Oliveto tra storia e leggenda, uno scrigno nel Comune di Castelfiorentino

Costruito nel 1424, il vecchio maniero è stato edificato dai nobili Pucci di Firenze (Puccio Pucci conosceva molto bene Brunelleschi), conserva tutt'oggi motivi architettonici e artistici di particolare interesse: la merlatura guelfa, i quattro torrioni angolari, la torretta dell'orologio, il cortile interno della villa con l'intonaco a graffite, il loggiato con quattro arcate e la cappella

Commenti 0
  • Condividi questo articolo:
  • c
  • d
  • j

Ve ne avevamo parlato più di un anno fa, quando il professor Massimo Ricci ha dimostrato l'attribuzione del progetto del Castello di Oliveto a Filippo Brunelleschi. Siamo andati a visitarlo per scattare alcune foto e farci raccontare la storia di uno dei castelli più belli della Val d'Elsa.

Costruito nel 1424, il vecchio maniero è stato edificato dai nobili Pucci di Firenze (Puccio Pucci conosceva molto bene Brunelleschi), conserva tutt'oggi motivi architettonici e artistici di particolare interesse: la merlatura guelfa, i quattro torrioni angolari, la torretta dell'orologio, il cortile interno della villa con l'intonaco a graffite, il loggiato con quattro arcate e la cappella.

Durante il Cinquecento, all'epoca dell'accesa guerra tra i Medici e la Repubblica di Firenze, il Castello di Oliveto è stato luogo di cruenti battaglie, occupato e poi restituito ai Pucci. Proprio in occasione di una di queste battaglie, tutti gli adulti maschi della famiglia furono uccisi, ma per fortuna una serva di colore portò in salvo il primogenito attraverso un passaggio segreto, evitando l'estinzione della dinastia. L'episodio è raffigurato nello stemma del casato.

Dal 1853 la proprietà è passata in mano ai Guicciardini. Adesso il Castello è una tenuta agricola, spesso luogo di cerimonie ed eventi, ma è aperto al pubblico. Sono visitabili anche le cantine, che una volta erano le vecchie prigioni di Castelfiorentino, oltre alla camera-museo del Papa. Il Castello ha infatti vantato nel corso del tempo anche ospiti illustri, come Papa Paolo III Farnese, Lorenzo il Magnifico, Leone X e Clemente VII de'Medici.

Orari di apertura:
lunedì-venerdì 9.30-12.30 e 14.00-18.00
sabato-domenica: visita su appuntamento

Per maggiori informazioni:
Via di Monte Olivo, 6
50051 Castelfiorentino (FI)
Tel. +39 0571629722 / +39 057164322
Fax. +39 057161508
www.castellooliveto.it
info@castellooliveto.it

Pubblicato il 29 marzo 2017 (modifica il 29 marzo 2017 | 19:39 )

  • Condividi questo articolo:
  • c
  • d
  • j

Lascia un commento