Il misterioso mondo di Gory Ice in mostra a Radicondoli

Uno stile visionario, quello dell'artista, dove forme e colori sembrano volersi connettere con una energia superiore, onnipervadente, quasi spirituale

Commenti 0
  • Condividi questo articolo:
  • c
  • d
  • j

Sabato 18 febbraio alle ore 17.00 si inaugura a Radicondoli, presso la sala mostre "Sergio Pacini" di via Tiberio Gazzei 24, la mostra di Gory Ice "Nel mio mondo", grazie alla collaborazione tra l’Amministrazione comunale e l'Ufficio turistico. I dipinti resteranno esposti fino al 13 marzo.

Chi è Gory Ice? È il nome d'arte scelto da questa eclettica artista straniera che vive da più di dieci anni in Valdelsa e che per l'occasione preferisce mantenere l'anonimato e un velo di mistero sulla sua reale identità.

Uno stile visionario, il suo, dove forme e colori sembrano volersi connettere con una energia superiore, onnipervadente, quasi spirituale, come a voler portare un messaggio che trascenda la realtà immanente e ricordare a tutti quanto siano importanti i valori immateriali dell'amore, della libertà, dell'evoluzione personale e della fede.

«Ero disorientata e intrappolata nel passato - racconta l'artista - e non riuscivo a vedere e a capire fino al momento del mio ‘sblocco artistico’, quando ho iniziato a esprimermi attraverso la pittura. Da quel momento ogni mattina rinasco inconsapevolmente, evolvo, do un senso a ciò che scopro e desidero, un senso al mio essere. È così che ho trovato la chiave d'accesso a una dimensione umana dove esprimo le mie emozioni con un linguaggio di forme e colori, il mio mondo».

Orari:

lunedì 10.00 – 12.00
martedì chiuso
mercoledì 10.00 - 12.00
giovedì 10.00 - 12.00
venerdì 10.00 – 12.00
sabato 10.00 – 12.00 e 15.00 – 17.00
domenica 10.00 – 13.00 e 15.00 – 17.00

Per informazioni:

gory.ice.arte@gmail.com
https://www.facebook.com/gory.ice.artista/ 

Punto Informazioni Turistiche Radicondoli
Museo “Le Energie del Territorio”
Via T. Gazzei 2 - 53030 Radicondoli (Si)
0577 790800
turismo@radicondolinet.it
museo.energie@libero.it

Pubblicato il 17 febbraio 2017

  • Condividi questo articolo:
  • c
  • d
  • j

Lascia un commento

Torna su