Il Vallo di Adriano (quasi) duemila anni dopo

Newcastle upon Tyne, conosciuta al mondo della tv per il programma ''altamente culturale'' Geordie Shore, oltre ad essere sicuramente una delle città più grandi e vitali del Nord dell'Inghilterra, si trova anche sul confine di quello che quasi duemila anni fa era considerato il ''nostro'' mondo... almeno dai Romani

Commenti 0
  • Condividi questo articolo:
  • c
  • d
  • j

Newcastle upon Tyne, conosciuta al mondo della tv per il programma "altamente culturale" Geordie Shore, oltre ad essere sicuramente una delle città più grandi e vitali del Nord dell'Inghilterra, si trova anche sul confine di quello che quasi duemila anni fa era considerato il "nostro" mondo...almeno dai Romani.

Nel 122 a.C., quando Adriano visitò per la prima volta questa zona dell'Inghilterra, decise che sarebbe stato meglio che a contatto diretto con i barbari della Caledonia (l'attuale Scozia), piuttosto che i Romani, ci fossero mura di cinque metri per tre, lunghe tutti i 173 kilometri della larghezza del territorio inglese in questo punto. E infatti, in sei anni, la divisione era stata fatta e ancora oggi, quello che rimane di questo limes geometrico traccia una linea orizzontale con gli estremi che toccano il Mare del Nord e il Mare d'Irlanda.
Nel 2014 il Vallo di Adriano è un bellissimo percorso in mezzo alla campagna inglese, dove si incontrano piccoli paesini, pecore, mucche, qualche fortificazione romana qua e la, grandi e famosi alberi e un vento forte, barbaro quasi. Partendo da Newcastle (estremità est del percorso) il movimento d'aria è forte e decisamente contro chi si avventura per questa via antica seguendo questa direzione. La campagna inglese lascia sempre grande spazio a panorami di brulle colline verdi di muschio ed erba che si arrampicano sui resti di queste vestigia del passaggio romano sull'isola. A queste latitudini, la temperatura non è mai molto alta (anche a luglio) e quindi giacca a vento, scarpe da trekking e gambe in spalla. Perché quando si arriva in queste zone, certo, è sempre Inghilterra ma non si tratta più di quella piatta che ritroviamo nel nostro immaginario; qui ci sono salite e discese, ripide e capaci di contenere le acque di laghi che occheggiano qua e la.
 

Il vallo di Adriano in Inghilterra

 


Il panorama è bellissimo, importante, emozionante e anche un po' famoso. Sì, perché vi ricordate il film "Robin Hood il principe dei ladri" con un Kevin Costner praticamente agli esordi e "il moro" Morgan Freeman? Ecco, l'albero da cui scende la bella Marion e rifugio della banda di ladri gentiluomini, è Geordie (foto in basso) e lo potete incontrare casualmente durante un'escursione lungo il Vallo di Adriano.

Questo patrimonio dell'UNESCO bellissimo e un po' selvaggio è a rischio. Infatti - come spesso capita - per mancanza di fondi rischia di cadere agli assalti dell'instabile clima anglosassone, dopo aver resistito agli attacchi dei barbari. Io, personalmente, gli auguro almeno altri mille anni e chissà che con qualche sforzo monetario e non solo ce la faccia davvero!

La fauna libera delle campagne intorno al Vallo

 

 

Mucche nella campagna inglese



Alture strategiche per la costruzione di fortificazioni

 

Vista della campagna inglese



L'albero di Robin Hood e Lady Marion

 

L'albero di Robin Hood il principe dei ladri

Pubblicato il 7 luglio 2014

  • Condividi questo articolo:
  • c
  • d
  • j

Lascia un commento

Torna su