Illuminazione al led, impianto “smart” e risparmio energetico a Poggibonsi

Un risparmio energetico pari al 70% e un conseguente risparmio anche in termini economici. Questo è il risultato del nuovo impianto di pubblica illuminazione installato da alcune settimane in viale Marconi e già pienamente operativo. «Gli obiettivi della riqualificazione che portiamo avanti nella nostra città sono anche quelli dell'efficientamento, della sostenibilità ambientale, dei possibili sviluppi futuri. L’intervento su viale Marconi, oltre a restituire alla comunità uno spazio pubblico migliorato, si traduce anche in minor consumo di energia grazie all'utilizzo di nuove tecnologie»

Commenti 0
  • Condividi questo articolo:
  • c
  • d
  • j

Un risparmio energetico pari al 70% e un conseguente risparmio anche in termini economici. Questo è il risultato del nuovo impianto di pubblica illuminazione installato da alcune settimane in viale Marconi e già pienamente operativo. «Gli obiettivi della riqualificazione che portiamo avanti nella nostra città sono anche quelli dell’efficientamento, della sostenibilità ambientale, dei possibili sviluppi futuri. L’intervento su viale Marconi, oltre a restituire alla comunità uno spazio pubblico migliorato, si traduce anche in minor consumo di energia grazie all’utilizzo di nuove tecnologie». 

L’intervento di riqualificazione ha portato infatti a rinnovare l’impianto di pubblica illuminazione (da largo Bellucci alla Casa di Chesino) introducendo la tecnologia al led che consente un miglioramento della resa con riduzione dei consumi. Nel dettaglio in viale Marconi è stato realizzato un impianto formato da 35 pali con 36 corpi illuminanti, che porta ad un consumo annuo di 7137 kWh. Con il vecchio impianto, per un numero equivalente di ore di accensione, il consumo annuale era di 23790 kWh. Il risparmio di energia elettrica è dunque di 16653 kWh/anno, ovvero, in termini percentuali il consumo si è ridotto del 70%. Il tutto si traduce in un risparmio indicativo di circa 3000 euro all’anno.

«Il nostro obiettivo – dice Bussagli – è procedere gradualmente a rinnovare la pubblica illuminazione ricercando benefici per i cittadini e un efficientamento che passa da sistemi intelligenti di pubblica illuminazione, in grado anche di aprirsi ad altre funzioni». I benefici sono infatti molteplici, a partire dalla maggiore e meglio distribuita illuminazione della strada e dei camminamenti, per arrivare al risparmio energetico e al risparmio economico. C’è anche altro in quanto tale tecnologia prevede molteplici funzionalità e implementazioni, fra cui la possibilità di una più immediata e snella gestione di tutto l’impianto. «Gradualmente, proseguendo un percorso avviato negli anni, andremo a sostituire la pubblica illuminazione con lampade a led a basso consumo energetico. Una scelta di sostenibilità che passa necessariamente da una mappatura dei punti luce, che è in corso di realizzazione». 

Si tratta di una raccolta dati che consente di conoscere lo stato dell’arte di tutta la pubblica illuminazione e che rappresenterà la base per lavorare in maniera organica e strutturata sull’efficientamento della pubblica illuminazione, che rappresenta fra l’altro uno degli assi portanti del Progetto di Innovazione Urbana.
«Intanto si procede nelle aree oggetto di riqualificazione», chiude il Sindaco. I lampioni installati in via Redipuglia (non ancora accesi) sono anch’essi "smart", della stessa tipologia di viale Marconi e porteranno ad un risparmio ancora maggiore visto che i corpi illuminanti saranno oltre 60.

Pubblicato il 26 gennaio 2017

  • Condividi questo articolo:
  • c
  • d
  • j

Lascia un commento

Torna su