"Insieme Poggibonsi": «Presentate tre interrogazioni per la valorizzazione e la cura di Poggio Imperiale»

Alcuni esponenti della lista civica "Insieme Poggibonsi" hanno fatto un sopralluogo presso la Fortezza di Poggio Imperiale per verificare lo stato di manutenzione di un bene comune che è costato alla collettività circa 7 milioni di euro per il suo recupero. Soldi arrivati tramite i contributi del PIUSS e della Fondazione MPS. Durante il sopralluogo sono stati notati alcuni affossamenti nel terreno...

Commenti 0
  • Condividi questo articolo:
  • c
  • d
  • j

Alcuni esponenti della lista civica "Insieme Poggibonsi" hanno fatto un sopralluogo presso la Fortezza di Poggio Imperiale per verificare lo stato di manutenzione di un bene comune che è costato alla collettività circa 7 milioni di euro per il suo recupero. Soldi arrivati tramite i contributi del PIUSS e della Fondazione MPS. Durante il sopralluogo sono stati notati alcuni affossamenti nel terreno che hanno spinto esponenti della lista civica a darne comunicazione alla Soprintendenza di Siena e successivamente al sindaco della città valdelsana.

«Queste "buche" - spiega una nota della lista civica -, oggi recintate dal Comune su nostra segnalazione quindi, potrebbero essere solo dovute alle forti piogge ed essere semplici erosioni del terreno. Potrebbero essere anche segni di saggi di scavo ancora da capire realizzati da chi e quando. Oppure potrebbero essere, nella più fantasiosa delle ipotesi, testimonianza di qualche presenza "archeologica" sottoterra. Come lista civica, abbiamo presentato una interrogazione per avere spiegazioni dal sindaco Bussagli su questo ritrovamento, avvenuto là dove pochi giorni prima si trovava anche lui per la "Disfida della Val d’Elsa", senza che si accorgesse di nulla».

«Durante il sopralluogo è anche emerso lo stato di manutenzione delle mura appena ripulite così a caro prezzo: le piante stanno velocemente ricrescendo e in alcuni tratti ricoprono già parte dei mattoni - continua "Insieme Poggibonsi" -. Non vogliamo che si ripeta la stessa sorte capitata al parcheggio del Vallone: tanti soldi spesi, il classico taglio del nastro del sindaco e a distanza di pochi anni l’opera viene dimenticata, abbandonata e lasciata ai vandali e all’incuria».

«Abbiamo presentato quindi una seconda interrogazione per sapere quale sia il programma di manutenzione ordinaria e straordinaria della Fortezza appena recuperata e quali siano i costi per la città - si legge nella nota -. La valorizzazione di poggio Imperiale è anche un nostro obiettivo ma come ogni buon padre di famiglia si deve sapere quanto costa mantenerlo ed eventualmente trovare sponsor per contribuire alle spese. Poiché come cittadini di Poggibonsi riteniamo veramente importante valorizzare il museo, la Fortezza e il Cassero, abbiamo presentato anche una interrogazione per chiedere al sindaco Bussagli di impegnarsi per riportare a Poggibonsi il famoso "Tesoro di Galognano", il corredo Eucaristico risalente al VI secolo DC ritrovato nel 1963 nel Comune di Poggibonsi in Pian dei Campi e da anni conservato nel Museo Civico e Diocesano d’Arte Sacra di Colle Val d’Elsa».

«Lavoriamo tutte le settimane da due anni dentro il Consiglio e fuori attraverso comunicati stampa e interrogazioni, facendo proteste e proposte, come è normale che sia per una opposizione vera e determinata - conclude la lista civica -. Il concetto è semplice, ma per Bussagli pare sia una novità».

Pubblicato il 13 giugno 2016

  • Condividi questo articolo:
  • c
  • d
  • j

Lascia un commento

Torna su