"Insieme Poggibonsi": «Vallone: parcheggio ancora chiuso nonostante le promesse del sindaco»

La lista civica "Insieme Poggibonsi" interviene nuovamente sul parcheggio pubblico del Vallone. «Una nostra rappresentanza ha fatto un sopralluogo giovedì pomeriggio al parcheggio del Vallone - si legge in una nota -, dove ha potuto constatare che la situazione di degrado è rimasta invariata nonostante l’installazione delle telecamere: idranti divelti, luci non funzionanti, ascensore bloccato, infiltrazioni dai soffitti che danneggiano le auto. L’intero secondo piano ancora inaccessibile»

Commenti 0
  • Condividi questo articolo:
  • c
  • d
  • j

La lista civica "Insieme Poggibonsi" interviene nuovamente sul parcheggio pubblico del Vallone. «Una nostra rappresentanza ha fatto un sopralluogo giovedì pomeriggio al parcheggio del Vallone - si legge in una nota -, dove ha potuto constatare che la situazione di degrado è rimasta invariata nonostante l’installazione delle telecamere: idranti divelti, luci non funzionanti, ascensore bloccato, infiltrazioni dai soffitti che danneggiano le auto. L’intero secondo piano ancora inaccessibile». 

«Abbiamo chiesto per anni la riapertura del secondo senza avere risposte - affermano dalla lista civica -. Poi ci è stato detto che il posteggio veniva tenuto chiuso per paura di atti vandalici e che sarebbero servite le telecamere per riaprirlo. Un mese fa sono state installate ma il secondo piano è ancora inaccessibile. Il sindaco Bussagli, parla di progetti di nuove costruzioni mentre non è in grado di mantenere aperte nemmeno quelle esistenti. La solita politica degli annunci, del taglio dei nastri e poi l’abbandono di strade e edifici pubblici fino a quando non sono semi cadenti per chiedere fondi e recuperarli e ricominciare il giro di sprechi di soldi pubblici». 

«Questa sarebbe la buona amministrazione della nostra città? Chiediamo con forza al sindaco Bussagli ed al suo assessore ai Lavori Pubblici Becattelli di riaprire quanto prima l’intera struttura, di renderla decorosa, sicura ed accessibile alle persone disabili che oggi non possono passare da un piano all’altro perché l’ascensore è rotto - conclude la lista civica -. Vogliamo che il sindaco dei #gnamo e #lacittàchepensa sui social network sia anche il sindaco del fare e della buona amministrazione. Chiediamo troppo?».

Pubblicato il 28 aprile 2017

  • Condividi questo articolo:
  • c
  • d
  • j

Lascia un commento

Torna su