L'assessore Berti sull'Us Poggibonsi: «Noi ci siamo con la responsabilità che ci appartiene e che dobbiamo alla città»

«Storia, tradizione, un valore per tutta la comunità». Così l’assessore allo Sport Nicola Berti sull’Us Poggibonsi. «Per questo come già accaduto nell’estate scorsa l’auspicio, condiviso, è che ci possa essere un coinvolgimento del tessuto imprenditoriale locale»

Commenti 0
  • Condividi questo articolo:
  • c
  • d
  • j

«Storia, tradizione, un valore per tutta la comunità». Così l’assessore allo Sport Nicola Berti sull’Us Poggibonsi. «Per questo come già accaduto nell’estate scorsa l’auspicio, condiviso, è che ci possa essere un coinvolgimento del tessuto imprenditoriale locale».

«Come sanno bene imprenditori e tifosi, nella scorsa estate vi è stata una forte mobilitazione che si è attivata non appena l’allora proprietario della società Antonello Pianigiani ha comunicato, del tutto legittimamente, la sua intenzione a lasciare. L’obiettivo era sondare la possibilità che il tessuto imprenditoriale locale rilevasse la società. Queste condizioni non sono maturate e per diverse ragioni di cui l’Amministrazione e chi ha partecipato non ha potuto che prendere atto. D’altra parte la situazione economica è profondamente diversa rispetto a quanto accaduto anche solo dieci anni fa. Di questo dobbiamo avere tutti la consapevolezza, altrimenti si finisce per non vedere la realtà. Altrettanto importante è essere tutti consapevoli che parliamo di scelte imprenditoriali, che sono libere e che sono frutto di valutazioni rimesse al singolo con responsabilità conseguenti, di chi compra, di chi vende, di chi fa altre scelte».

Oggi - «Abbiamo avuto modo di incontrare l’attuale presidente che in più di occasione, nelle ultime settimane del 2016, ci ha descritto la situazione rappresentandoci criticità e anche ipotesi di lavoro future. Fra queste anche la sua volontà di manifestare agli imprenditori, direttamente e personalmente, il progetto messo in campo. Questa è la situazione. Per il resto non si capisce, e sarebbe forse utile un chiarimento, a cosa ci si riferisce quando si ipotizzano vicinanze o lontananze da parte dell'Amministrazione. Sono affermazione prive di fondamento anche perché come Amministrazione abbiamo concretizzato importanti investimenti sullo stadio Lotti, lavori che hanno riqualificato un impianto sportivo comunale che per tanto tempo non era stato oggetto di tale attenzione. Lavori che rappresentano di sicuro l'investimento maggiore fatto sugli impianti sportivi della città».

«La nostra attenzione è alta verso tutto il mondo sportivo e verso la società Us Poggibonsi, consapevoli di quale è il nostro raggio d’azione. Pensare che il Sindaco possa ‘costringere’ qualcuno a vendere, acquistare o entrare in società con qualcun altro è poco utile. C'è poco da strumentalizzare».

«C'è invece una legittima preoccupazione. La nostra disponibilità c’è stata e continua ed esserci. Un plauso a chi sta dando una mano e a chi la darà, per cercare e percorrere soluzioni. Noi ci siamo con la responsabilità che ci appartiene e che dobbiamo alla città».

Pubblicato il 21 gennaio 2017

  • Condividi questo articolo:
  • c
  • d
  • j

Lascia un commento

Torna su