La sicurezza nelle pubbliche manifestazioni. Se ne parla a Empoli

Lo scopo del seminario è quello di mettere in condizione tanto gli organizzatori quanto chi rilascia le autorizzazioni di avere un quadro chiaro delle norme da rispettare, inquadrando correttamente la manifestazione con riferimento particolare agli aspetti di safety,suggerendo metodi di valutazione dei rischi attenti al bilanciamento fra necessità di sicurezza e costi, individuando le misure da adottare che consentano l'effettuazione della manifestazione, contemporaneamente tutelando, oltre agli utenti, gli organizzatori e il Comune

Commenti 0
  • Condividi questo articolo:
  • c
  • d
  • j

Un seminario di aggiornamento sulle ultime circolari e direttive ministeriali e sui possibili provvedimenti relativi alla sicurezza delle pubbliche manifestazioni, si terrà al Cenacolo degli Agostiniani, via dei Neri, 15, a Empoli, martedì 14 novembre alle 9. Il seminario si rivolge a dirigenti, responsabili e funzionari di enti pubblici, organi di polizia, operatori di giustizia, legali, organizzatori di eventi e manifestazioni in generale. Per ragioni organizzative è richiesta la prenotazione da effettuare sul sito www.asev.it.

A seguito dei fatti di Torino di giugno 2017 nei quali un episodio di panico collettivo ha provocato ben 1.527 feriti, 3 dei quali gravi, uno successivamente morto, il Ministero dell’Interno ha emesso tre circolari e successivamente una direttiva in materia di sicurezza delle pubbliche manifestazioni. Le circolari e la direttiva suddividono gli aspetti di sicurezza in safety e security, definendo quindi gli aspetti di safety che sono a carico degli organizzatori e che possono ricadere, in parte o in tutto, sui Comuni.

Lo scopo del seminario è quello di mettere in condizione tanto gli organizzatori quanto chi rilascia le autorizzazioni di avere un quadro chiaro delle norme da rispettare, inquadrando correttamente la manifestazione con riferimento particolare agli aspetti di safety,suggerendo metodi di valutazione dei rischi attenti al bilanciamento fra necessità di sicurezza e costi, individuando le misure da adottare che consentano l'effettuazione della manifestazione, contemporaneamente tutelando, oltre agli utenti, gli organizzatori e il Comune.

Nel seminario verrà trattato anche il tema delle responsabilità, di vario tipo, che incombono sia sugli organizzatori che sull’ente locale che autorizza. Infine verranno affrontati anche alcuni argomenti prettamente tecnici fra i quali la predisposizione del piano di emergenza, del piano di evacuazione, ed il rispetto della normativa antincendio.

Programma della mattinata -  Alle 9 aprirà l’incontro il sindaco del Comune di Empoli, Brenda Barnini; seguiranno, Vittorio Bugli, assessore regionale alle politiche per la sicurezza dei cittadini e cultura della legalità; Alberto Intini, Questore di Firenze, e Tiziano Cini, direttore dell’Agenzia per lo sviluppo Empolese Valdelsa.

Modera, Annalisa Maritan, Comandante Polizia Municipale Unione Comuni Empolese Valdelsa. Intervengono: Sergio Bedessi, esperto in sicurezza urbana, autore di testi in materia, già comandante di polizia locale, direttore A.P.P.L. di P.S.A. Group; Fabio Piccioni, avvocato penalista, docente alla scuola di specializzaizone per le professioni legali, autore di libri e articoli; Oronzo Panebianco, architetto, esperto di formazione per la sicurezza, e coordinatore per la sicurezza di eventi e fiere; Dipartimento di architettura (DiDa) dell’università degli Studi di Firenze, seminario in sicurezza e allestimento di strutture temporanee; Paola Rossellini, funzionario apicale macrostruttura affari generali del Comune di Cascina, esperta in materia di commerciio, pubblici esercizi e TULPS, autore di pubblicazioni, docente in corsi di formzione. Alle 13 conclusione dei lavori.

Nella foto la Polizia in occasione del Palio di Siena

Pubblicato il 8 novembre 2017

  • Condividi questo articolo:
  • c
  • d
  • j

Lascia un commento

Torna su