La Val d’Elsa senese dice no alla mappa dei collegi per le prossime elezioni politiche

La ripartizione dei collegi proposta nel decreto legislativo – si legge nella lettera – genera per il nostro territorio un’aggregazione in palese negazione del criterio oggettivo delle unità amministrative che dovrebbe ispirare tali scelte. Infatti, l’Alta Val d’Elsa Senese ha rapporti di governo delle comunità solo ed esclusivamente con il territorio senese e, per la gestione di alcuni servizi sovraprovinciali quali quelli relativi alla sanità o ai rifiuti, in aggregazione con i territori provinciali aretino e grossetano. Per tutto ciò – conclude la lettera – si chiede che il territorio dell’Alta Val d’Elsa Senese sia accorpato nei collegi di Siena e del territorio della Toscana Sud Est

Commenti 0
  • Condividi questo articolo:
  • c
  • d
  • j

La Val d'Elsa senese dice No alla mappa dei collegi uninominali e plurinominali in vista delle elezioni politiche. I sindaci dei Comuni di Casole d’Elsa, Colle di Val d’Elsa, Poggibonsi, Radicondoli e San Gimignano hanno inviato una lettera al Presidente del Consiglio Paolo Gentiloni, al Ministro per i Rapporti con il Parlamento Anna Finocchiaro, al sottosegretario alla presidenza del Consiglio Maria Elena Boschi e ai parlamentari del territorio senese Susanna Cenni, Luigi Dalli e Dario Parrini, dove hanno chiesto la revisione dei collegi uninominali e plurinominali per Camera e Senato che accorpano il territorio dell’alta Valdelsa senese con territori come la Val d’Era, la Val di Cecina appartenenti alle province di Pisa, Firenze e Livorno. «La nostra area non ha nessun rapporto amministrativo e nessuna relazione di governo con quella individuata dai collegi elettorali – spiegano i sindaci -. Ci sembra un evidente segno di marginalizzazione che va anche contro a quella collaborazione amministrativa che ci vede partecipi, specie nel settore servizi, insieme alla Toscana del sud, nelle province di Siena, Arezzo e Grosseto».

“La ripartizione dei collegi proposta nel decreto legislativo – si legge nella lettera – genera per il nostro territorio un’aggregazione in palese negazione del criterio oggettivo delle unità amministrative che dovrebbe ispirare tali scelte. Infatti, l’Alta Val d’Elsa Senese ha rapporti di governo delle comunità solo ed esclusivamente con il territorio senese e, per la gestione di alcuni servizi sovraprovinciali quali quelli relativi alla sanità o ai rifiuti, in aggregazione con i territori provinciali aretino e grossetano. Per tutto ciò – conclude la lettera – si chiede che il territorio dell’Alta Val d’Elsa Senese sia accorpato nei collegi di Siena e del territorio della Toscana Sud Est”.

Pubblicato il 29 novembre 2017 (modifica il 29 novembre 2017 | 15:11 )

  • Condividi questo articolo:
  • c
  • d
  • j

Lascia un commento

Torna su