"Mai più una scuola e un mondo con i bulli", premiata la 2B della "Marmocchi" di Poggibonsi

Un mondo senza bulli. È quello che sognano i ragazzi della 2 B della scuola media “Marmocchi” dell’Istituto Comprensivo 1 di Poggibonsi con il loro progetto "Perché tu vali, Sbolla le bolle del bullo". Progetto con il quale hanno vinto il primo premio del bando "Testimoni dei diritti" organizzato dal Senato della Repubblica

Commenti 0
  • Condividi questo articolo:
  • c
  • d
  • j

Un mondo senza bulli. È quello che sognano i ragazzi della 2 B della scuola media “Marmocchi” dell’Istituto Comprensivo 1 di Poggibonsi con il loro progetto "Perché tu vali, Sbolla le bolle del bullo". Progetto con il quale hanno vinto il primo premio del bando "Testimoni dei diritti" organizzato dal Senato della Repubblica. 

"Perché tu vali, Sbolla le bolle del bullo". La 2B, con le insegnanti Silvia Cortigiano e Marina Cesani, ha scelto il tema del bullismo, argomento che lo scorso anno vide la realizzazione di un flashmob l’ultimo giorno di scuola con letture, musica e frasi lanciate in cielo attaccate a palloncini bianchi. 

Questa volta il progetto "Perché tu vali, Sbolla le bolle del bullo" ha visto la creazione di un gruppo di lavoro e di ascolto formato da alunni, docenti, ex alunni e genitori per creare un clima sereno a scuola e non solo. I ragazzi della 2 B hanno realizzato una locandina, aperto un indirizzo di posta elettronica (perchetuvali@gmail.com), costruito in gioco da tavolo con domande sul bullismo (come reagire, quali azioni seguire, chi informare), realizzato un video contro la violenza fisica e anche virtuale attraverso i social network, ideato un concorso di poesia, video, arte finalizzato alla prevenzione dei fenomeni di bullismo e cyberbullismo, postato tutto sul loro blog, https://infodiclasse.wordpress.com/, per una sorta di decalogo online per difendersi dal bullismo

Testimoni dei diritti vuole far cogliere ai ragazzi l'importanza del riconoscimento dei diritti umani attraverso una riflessione comune sulla Dichiarazione universale approvata dall'Assemblea generale delle Nazioni Unite il 10 dicembre 1948 e, in particolare, a stimolare gli studenti a formulare ipotesi di concreta attuazione di uno o più principi in essa declinati. 

La premiazione del progetto "Testimoni dei diritti" si terrà nella Sala Capitolare di Palazzo della Minerva (piazza della Minerva, 38 – Roma) il 28 aprile con inizio alle 10.

Pubblicato il 21 aprile 2017

  • Condividi questo articolo:
  • c
  • d
  • j

Lascia un commento

Torna su