Manufatti agricoli, importanti novità con la Variante al Regolamento a Castelfiorentino

La dimensione degli annessi sarà commisurata in relazione all’estensione del terreno e prevede la possibilità di installare manufatti in legno, semplicemente appoggiati al suolo, senza necessità di alterazioni significative del terreno. Tali manufatti dovranno essere realizzati nel rispetto delle prescrizioni previste dalla citata regolamentazione, con l’impegno da parte dei proprietari al mantenimento della destinazione di annesso agricolo

Commenti 0
  • Condividi questo articolo:
  • c
  • d
  • j

Manufatti agricoli, sono in arrivo alcune importanti novità. Domani sera il Consiglio Comunale di Castelfiorentino esaminerà la proposta di adeguamento della normativa relativa al territorio rurale, su cui l’Amministrazione Comunale è stata impegnata a fondo in questi ultimi mesi, in coerenza con quanto previsto dalle specifiche disposizioni normative e regolamentari della Regione.

In tale contesto, è stata infatti verificata la possibilità di concedere all’interno di talune zone del territorio rurale l’installazione di manufatti per lo svolgimento dell’attività agricola amatoriale e per la detenzione di animali. Tale disposizione prevede la possibilità di effettuare le suddette installazioni in presenza di appezzamenti di terreno aventi una superficie superiore ai 1.000 mq, nel rispetto dei vincoli e ulteriori restrizioni e limitazioni di carattere generale. La dimensione degli annessi sarà commisurata in relazione all’estensione del terreno e prevede la possibilità di installare manufatti in legno, semplicemente appoggiati al suolo, senza necessità di alterazioni significative del terreno. Tali manufatti dovranno essere realizzati nel rispetto delle prescrizioni previste dalla citata regolamentazione, con l’impegno da parte dei proprietari al mantenimento della destinazione di annesso agricolo, con l’obbligo di demolizione al momento della cessazione dell’esigenza che aveva portato alla realizzazione dello stesso.

Le innovazioni normative introdotte dalla Regione Toscana avevano determinato la necessità di una revisione degli strumenti urbanistici comunali. L’iter della modifica a tali strumenti aveva portato, in una prima fase, all’adozione della normativa per il territorio rurale nel mese di giugno 2016. Successivamente alla pubblicazione dell’Avviso circa l’avvenuta adozione si sono aperte le possibilità per la presentazione delle relative osservazioni da parte dei cittadini, associazioni, enti.

A questo riguardo, positivo è stato il confronto costante e sistematico che c’è stato tra l’Amministrazione Comunale e i cittadini riuniti in un Comitato per l’Agricoltura amatoriale.

Sulla base delle osservazioni pervenute, l’ufficio ha elaborato le relative controdeduzioni che sono state condivise con l’Amministrazione Comunale e portate all’attenzione della Commissione Consiliare Urbanistica. Pertanto, nella seduta di domani sera (31 gennaio) si provvederà a dare una risposta definitiva alle osservazioni pervenute e ad approvare definitivamente la nuova normativa. Le disposizioni diventeranno efficaci, a termini di legge, decorsi 15 giorni dall’avvenuta pubblicazione sul BURT del relativo avviso.

Pubblicato il 30 gennaio 2017 (modifica il 30 gennaio 2017 | 14:39 )

  • Condividi questo articolo:
  • c
  • d
  • j

Lascia un commento

Torna su