"Mostre a Palazzo", l'arte arricchisce il Comune di Casole d'Elsa

Sabato 23 aprile il Comune di Casole d’Elsa inaugura la stagione 2016 della manifestazione “Mostre a Palazzo” con la mostra ''Vitalità, il colore ed il bronzo prendono vita'' di Olga Niescier e Andrea Roggi

Commenti 0
  • Condividi questo articolo:
  • c
  • d
  • j

La mostra è ospitata nei suggestivi spazi dell’Atrio del Palazzo comunale di Casole d’Elsa e presenta le opere pittoriche di Olga Niescier e le sculture di Andrea Roggi. Una collaborazione, quella tra i due artisti, che ha alla base un rapporto di amicizia e stima reciproca da lungo tempo coltivato.

Avvalendosi dell’antica tecnica scultorea della cera persa, Roggi propone figure catturate nel movimento di un istante, l’energia di un momento ripetuta all’infinito e fissata nel bronzo. Il Cerchio della Vita è la sfera dorata nelle opere di Roggi, l’energia che muove il mondo, la Vitalità insita in ognuno di noi e nella terra in cui viviamo. Una forza che viene dall’interno, come la linfa negli alberi, una presenza invisibile ma fondamentale per il nostro vivere.

La pittura di Olga Niescier attraversa la soglia non distinta tra astratto e figurativo, rendendoci partecipi di una forza vibrante, energie naturali rese tridimensionali da un sapiente uso di tecniche miste, basate sull’acrilico ma arricchite da inchiostri, pastelli, grafie, incisioni al laser. L’uso dell’originale linguaggio espressivo rende le superfici vibranti, Vitalità che scorre, scandita da suggestioni ritmiche. Ci invoglia a penetrare le linee dense di colore, scavare in profondità strutture di alberi ed arbusti, in cerca dell’essenza, dell’energia, della vita.

Un dialogo quindi di ricerche profonde accomuna i due artisti, le cui opere interagiscono tra loro attraverso uno scambio reciproco di energia, di Vitalità. Sarà possibile visitare la mostra fino al 31 maggio, l’ingresso è gratuito.

Andrea Roggi | Scultura
Andrea Roggi nasce il 2 luglio 1962 a Castiglion Fiorentino (AR) in Toscana. Sin dall’adolescenza l’artista inizia a coltivare alcuni dei suoi numerosi interessi, tra cui la pittura e la poesia, fino al progressivo avvicinamento alla scultura. Approfondisce la tecnica scultorea frequentando per un breve periodo lo studio dell’artista Enzo Scatragli. La vera svolta artistica avviene durante una visita alla Basilica di Santa Maria Novella a Firenze, dove rimane affascinato dalla forza plastica dell’affresco Trinità del suo conterraneo Masaccio. Nel 1991 fonda La Scultura di Andrea Roggi, dove realizza interamente le proprie opere e grazie all’aiuto dei suoi assistenti riesce a creare sculture ricche di dettagli e di grandi dimensioni. Il bronzo è infatti il suo materiale, che con il rito della fusione a cera persa riesce a trasformare i modelli di argilla in sculture. Numerose sono le sue opere pubbliche in Italia, dislocate prevalentemente in Toscana e in Umbria. Dalla fine degli anni ’90 diviene promotore della corrente Art for Young che ha come obiettivo avvicinare i giovani all’arte in tutte le sue forme. La corrente trova nel Parco della Creatività la sua massima espressione. Dal 2000 ha iniziato una proficua collaborazione con le Università della Georgia, con sede a Castiglion Fiorentino e l’University of Texas, con sede a Cortona, dove tiene seminari e corsi di tecniche scultoree. Nei primi anni duemila subisce il fascino dell’intellettuale aretino Pier Francesco Greci e delle sue teorie sull’arte di Piero della Francesca. I suoi lavori sono collezionati in molti paesi del mondo, ha partecipato ad esposizioni nazionali ed internazionali tra le quali Grand Hall Olympia, Londra; Ahoy, Rotterdam; Grand Palais, Parigi; Oishi Gallery e Fukuoka City Museum; Forum Grimaldi, Monaco.

Olga Niescier | Pittura
Olga Niescier, figlia d’arte, nasce nel 1978 a Białystok, nella Polonia nord occidentale. Consegue la laurea in Arte e Design presso l’Accademia di Belle Arti di Lodz, 2003. Frequenta il master in Fashion Design all’Istituto Polimoda di Firenze nel 2007. Svolge attività artistiche fin dal 2001, integrando la pittura e le arti applicate nei campi della moda, del design, di arredamento, grafica e teatro. Nell’ambito del design della moda, svolge dal 2007 attività di ricerca, sviluppo e consulenza per marchi internazionali quali Giorgio Armani, Burberry, Fratelli Rossetti. Svolge attività di docenza e di progettazione per la didattica nelle università polacche Viamoda e Kozminski (Varsavia) e per l’Istituto Polimoda di Firenze. La pittura di Olga Niescier trae una prima ispirazione dalla pittura delle avanguardie polacche tra le due guerre. In particolare l’opera di Wladyslaw Strzeminski, artista costruttivista ricordato come il padre della teoria dell’Unismo, fondata sull’idea dell’unità ed omogeneità di tutti gli elementi della composizione, caratterizzati da una riduzione cromatica e da superfici vibranti. Olga studia e elabora le strutture espressive ed organiche dell’Action Painting e le sue tecniche di gestualità e spontaneità nella applicazione del colore. Legata professionalmente al mondo del design trova ispirazioni nei pannelli decorativi giapponesi Byōbu come anche nella pittura senese, dove l’opera, caratterizzata dall’uso di elementi polimaterici (tessuti, pelle) ad arricchire la superficie pittorica, diviene parte integrante di architetture sacre e profane. L’aspetto spirituale della sua creazione affonda le radici nella filosofia della pittura paesaggistica storica asiatica: micro e macro prospettive della natura, vie privilegiate per giungere a cogliere l’intimo senso interiore in relazione all’universo. Vive e lavora a San Gimignano, in Toscana.

 Per informazioni rivolgersi all’Ufficio Turistico/Museo civico: uff_turistico@casole.it; 0577 948705

Pubblicato il 22 aprile 2016

  • Condividi questo articolo:
  • c
  • d
  • j

Lascia un commento

Torna su