Mps: in corso perquisizioni Gdf a componenti Cda, sequestrati sei milioni di euro

Militari del nucleo speciale di polizia valutaria della Gdf stanno eseguendo perquisizioni a carico di componenti del Consiglio di amministrazione della Banca Monte dei Paschi di Siena. Le perquisizioni sono state disposte dalla Procura senese. Le perquisizioni domiciliari eseguite a Torino e Lecce riguardano due componenti del Cda di Mps

Commenti 0
  • Condividi questo articolo:
  • c
  • d
  • j

Militari del nucleo speciale di polizia valutaria della Guardia di Finanza stanno eseguendo perquisizioni a carico di componenti del Consiglio di amministrazione della Banca Monte dei Paschi di Siena. Le perquisizioni sono state disposte dalla Procura senese.

Le perquisizioni domiciliari eseguite dalla Guardia di Finanza a Torino e Lecce - da quanto si è appreso - riguardano due componenti del Cda della Banca Mps. Le loro identità per il momento non sono note.

NUOVO FILONE INCHIESTA PER INSIDER TRADING - E' un nuovo filone di inchiesta sul Mps quello che stamattina ha portato gli uomini della Gdf ad effettuare perquisizioni a Lecce e Torino. L'inchiesta riguarderebbe una ipotesi di insider trading. Perquisizioni presso terzi riguardano Michele Briamonti e Lorenzo Gorgoni, consiglieri di Mps, che però non sono indagati. Secondo quanto si apprende il nuovo filone di inchiesta è sempre condotto dai pm senesi Antonino Nastasi, Aldo Natalini e Giuseppe Grosso, titolari dell'inchiesta sull'acquisizione di Antonveneta da parte del Monte dei Paschi. Il nuovo filone, per il quale al momento nessuno è stato iscritto nel registro degli indagati, sarebbe frutto delle indagini principali.

SEQUESTRATI ALTRI 6 MILIONI DI EURO - Nell' inchiesta per associazione per delinquere finalizzata alla truffa ai danni di Mps, i finanzieri del nucleo speciale di polizia valutaria della Guardia di Finanza hanno sequestrato oggi somme e titoli per circa sei milioni di euro.

Fonte www.ansa.it

Pubblicato il 5 marzo 2013

  • Condividi questo articolo:
  • c
  • d
  • j

Lascia un commento

Torna su