Nuovi arredi per le scuole comunali di Poggibonsi

Nei primi mesi del 2017 arrivarono circa cinquecento elementi di arredo in undici scuole del territorio, nidi, infanzia, elementari e medie sulla base delle priorità segnalate dalle scuole stesse: dalle tende a banchi e sedie, cattedre, lavagne, armadi, sgabelli, attaccapanni, tavoli ma anche seggiolini e lettini futon, libreria e mobili, lettini e lenzuolini. «Proseguiamo – dice l’assessore Susanna Salvadori - il percorso di riqualificazione avviato che passa anche dal rinnovo degli arredi e che racconta di un’attenzione continua verso tutta la comunità scolastica»

Commenti 0
  • Condividi questo articolo:
  • c
  • d
  • j

Circa cento elementi di arredo arriveranno nelle prossime settimane nelle scuole d’infanzia e negli asili nido comunali. La novità è frutto di una variazione sul Bilancio di Previsione 2017 che è stata discussa e approvata nel Consiglio Comunale del novembre scorso.

«Un impegno per la comunità scolastica che prosegue in ogni direzione», dice l’assessore al Bilancio e alle Politiche Educative. Nei primi mesi dello scorso anno l’Amministrazione ha concretizzato un investimento di circa 40mila euro per nuovi elementi di arredo in tante scuole del territorio. «Questa ulteriore tranche – prosegue Susanna Salvadori - riguarda i due nidi comunali La Coccinella e Rodari e le scuole d’infanzia comunali La Tartaruga e Mastro Ciliegia».

I nuovi arredi andranno a sostituirne altri e serviranno per riorganizzare alcuni spazi a seguito della riapertura di una sezione in entrambi i nidi comunali e del trasferimento della scuola Mastro Ciliegia da settembre operativa in via Sangallo. Nelle strutture educative infatti lo spazio e quindi i suoi arredi non svolgono solamente la funzione di uso comune ma hanno importanti funzioni pedagogiche in base alla loro conformazione e all’organizzazione negli ambienti. Per questo motivo è stato richiesto al personale educativo delle strutture di individuare gli articoli rispondenti alle esigenze dei singoli plessi, sia in termini d’uso che di impostazione pedagogica.

Arriveranno quindi panche, sedie, brandine, specchi, attaccapanni, tavoli, separé, mobiletti di vario tipo, cassettine wood, gradinata, cucina, cassette, alveare pensile, materassini da riposo, lenzuolini per materassino da riposo. Il tutto per un investimento di 15mila euro.

Nei primi mesi del 2017 arrivarono circa cinquecento elementi di arredo in undici scuole del territorio, nidi, infanzia, elementari e medie sulla base delle priorità segnalate dalle scuole stesse: dalle tende a banchi e sedie, cattedre, lavagne, armadi, sgabelli, attaccapanni, tavoli ma anche seggiolini e lettini futon, libreria e mobili, lettini e lenzuolini. «Proseguiamo – dice l’assessore - il percorso di riqualificazione avviato che passa anche dal rinnovo degli arredi e che racconta di un’attenzione continua verso tutta la comunità scolastica».

Pubblicato il 16 gennaio 2018

  • Condividi questo articolo:
  • c
  • d
  • j

Lascia un commento

Torna su