Onirica, a Radicondoli una galleria d'arte a cielo aperto

Sette artisti di sette diversi luoghi di provenienza renderanno "onirica" la scalinata di via della Costa, uno degli scorci più belli di Radicondoli

Commenti 0
  • Condividi questo articolo:
  • c
  • d
  • j

Sette artisti, sette personalità diverse per stile e provenienza: Torino, Verona, Londra, Dublino, l'isola di Guernsey, Gottinga e Bielefeld. Cosa li accomuna? L'amore per un piccolo borgo in Toscana e il gusto visionario delle opere con cui renderanno "onirica" la scalinata di via della Costa, uno degli scorci più belli di Radicondoli. L'idea è quella di portare alla luce il patrimonio artistico contemporaneo che da anni contraddistingue il territorio, grazie alla presenza di qualificati artisti internazionali, per lo più operanti nei rispettivi paesi d’origine e dietro le mura delle loro case radicondolesi, ove hanno scelto di vivere o rifugiarsi periodicamente, attratti dalla pace creativa del piccolo borgo. 

I loro nomi sono Marie-Louise Martin, i cui schizzi elaborati in Italia diventano poi, in uno studio a Dublino, raffinate opere di intaglio e incisione; Susi Matthews, vivace artista dell’isola di Guernsey; Deva Manfredo, già conosciuto in Italia come scultore della suggestiva Selva di Sogno; Hazel Trivelli, artista dalla particolarissima narrativa personale giunta da Londra 15 anni fa; Alessandra Cerrato, in arte Gomez, nota per i suoi surreali pastelli e le tecniche miste; Cristiana Mewes, pittrice tedesca dal rigore realistico e ugualmente sognante; e infine Viviana Insacco, codirettrice insieme ad Alessandro Cagni di Ammos Atelier, la realtà che ha coordinato il progetto nello sforzo congiunto, con l’Associazione CCN e il Comune, e la collaborazione di Leo Ieva, di fare del borgo di Radicondoli un’attrazione apprezzata per i talenti della sua estrosa comunità, vero fiore all’occhiello del territorio. Di Ammos Atelier è inoltre la scenografia urbana temporanea “Il Settimo Senso” (nella foto in alto), i pesci volanti luminosi che rendono la via Garibaldi un altro angolo di Radicondoli visionario e poetico.

L'esposizione aprirà al pubblico lunedì 14 agosto con il più onirico degli eventi: dopo il brindisi di apertura delle 19.30, in fondo alla scalinata di via della Costa, sotto la pittoresca Porta Olla, si esibiranno alle 21.30 i dieci eclettici elementi dell'orchestra di ukulele più grande d'Italia, i Sinfonico Honolulu (nella foto in basso).

Contraddistinti da un look elegante in bianco e nero e muniti del piccolo strumento hawaiano, i Sinfonico Honolulu sono una formazione multiforme che diverte giocando a raccontare la cultura giovanile dagli anni ‘60 ad oggi, con uno sguardo fresco ed incline alla contemporaneità. Con Il Sorpasso Tour, la band presenta i nuovi inediti contenuti nell’album, conditi via via dai grandi successi del pop e del rock internazionale e del cantautorato italiano degli anni ’60-‘70, un concerto-spettacolo che dà brillantemente il via a questa nuova missione: essere circondati dalla Bellezza, senza mai perdere di vista l’emozione del sogno e, naturalmente, l’allegria.

Pubblicato il 10 agosto 2017 (modifica il 10 agosto 2017 | 13:10 )

  • Condividi questo articolo:
  • c
  • d
  • j

Lascia un commento

Torna su