Parco Libera Tutti: a Certaldo full di idee e proposte al primo tavolo partecipativo

Più di 50 le persone, tra rappresentanti di associazioni e cooperative, professionisti e singoli cittadini, che hanno partecipato con le loro idee e proposte, un numero che nemmeno gli organizzatori si aspettavo. I partecipanti sono stati suddivisi in 4 tavoli, ognuno gestito dai moderatori di “Narrazioni Urbane”, in modo che tutti potessero esprimersi, confrontarsi, riflettere e dire la propria su quali fossero le attività e le attrezzature che meglio potrebbero rendere il parco inclusivo a 360°

Commenti 0
  • Condividi questo articolo:
  • c
  • d
  • j

Una nutrita presenza ed un bilancio positivo in termini di discussione e proposte quello del primo appuntamento con i tavoli di co-progettazione del “Parco Libera tutti”. Il primo dei tavoli di progettazione condivisa per la realizzazione del Parco Inclusivo a Certaldo si è tenuto sabato 30 settembre presso il centro i Macelli ed aveva come titolo: “Come ti immagini il parco? Come è fatto? Chi incontri? Cosa trovi? Quali barriere è necessario abbattere (architettoniche, sociali, culturali)? Quali iniziative possono mettere al centro gli attori più “fragili”? ”.

Più di 50 le persone, tra rappresentanti di associazioni e cooperative, professionisti e singoli cittadini, che hanno partecipato con le loro idee e proposte, un numero che nemmeno gli organizzatori si aspettavo. I partecipanti sono stati suddivisi in 4 tavoli, ognuno gestito dai moderatori di “Narrazioni Urbane”, in modo che tutti potessero esprimersi, confrontarsi, riflettere e dire la propria su quali fossero le attività e le attrezzature che meglio potrebbero rendere il parco inclusivo a 360°. Tante e variegate le idee venute fuori: dagli orti didattici, a piccole strutture leggere per accogliere letture da fare tutti insieme, percorsi accessibili dai colori della natura e molto molto altro.

Prossima occasione di confronto e per contribuire con altre proposte quella del prossimo appuntamento, che avrà come tema “il verde inclusivo”, sabato 21 ottobre alle ore 10.00.

Alla fine del percorso, una volta che tutti i sei tavoli avranno avuto luogo, verrà delineato un progetto di massima dell'area e delle linee guida che poi verranno dati in consegna all'Amministrazione insieme ai proventi della raccolta fondi che si sta svolgendo in parallelo.

Per facilitare l'organizzazione di consiglia di segnalare la volontà di partecipare ai tavoli scrivendo a info.narrazioniurbane@gmail.com o chiamando il numero 3288476320

Pubblicato il 2 ottobre 2017

  • Condividi questo articolo:
  • c
  • d
  • j

Lascia un commento

Torna su