Poggibonsi, due giorni per festeggiare la Fortezza medicea restaurata. Circa 1,5 km di camminamenti sulle mura affacciati sulle colline del Chianti

Taglio del nastro, sabato 6 giugno, per la Fortezza medicea di Poggio Imperiale a Poggibonsi al termine dell'intervento di restauro che ha interessato tutta la cinta muraria. La Fortezza, voluta da Lorenzo dei Medici e progettata dall'architetto Giuliano da Sangallo, è tornata a nuovo splendore con le quattro porte di nuovo visibili

Commenti 0
  • Condividi questo articolo:
  • c
  • d
  • j

Taglio del nastro, sabato 6 giugno, per la Fortezza medicea di Poggio Imperiale a Poggibonsi al termine dell'intervento di restauro che ha interessato tutta la cinta muraria. La Fortezza, voluta da Lorenzo dei Medici e progettata dall'architetto Giuliano da Sangallo, è tornata a nuovo splendore con le quattro porte di nuovo visibili e valorizzate e con circa 1,5 km di camminamenti sopra le mura che offrono un panorama bellissimo sulle colline del Chianti, castelli, chiese e San Gimignano.

«Un recupero importante per la comunità e per il territorio - dice il Sindaco David Bussagli - ci riappropriamo di uno spazio pubblico, di una parte della nostra storia, di un bene culturale che ci proietta nel futuro. Con questo recupero, che ci emoziona e ci rende orgogliosi, si completa il progetto di valorizzazione di tutta l'area di Poggio Imperiale avviato alla fine degli anni ottanta e portato avanti con lungimiranza dai Sindaci e dalle Amministrazioni che si sono succedute». Gli ex sindaci Marcello Gentilini, Fabio Ceccherini, Luca Rugi e Lucia Coccheri saranno infatti presenti all'apertura.

Il taglio del nastro sarà alle 16.30 a Porta San Francesco. Insieme al sindaco David Bussagli, saranno presenti il Prefetto di Siena Renato Saccone, Marco Valenti direttore del Parco Archeologico, rappresentanti del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo, della Regione Toscana, della Fondazione MPS.

L'intervento di restauro è stato realizzato con un investimento importante (circa 7 milioni di euro) sostenuto con il contributo della Fondazione MPS e grazie al cofinanziamento della Regione Toscana nell'ambito del programma europeo PIUSS Altavaldelsa "Città di Città" che ha coperto circa il 60% dell'intera operazione. I lavori sono stati eseguiti dalla ditta Edilco.srl e sono durati circa un anno e mezzo.

L'intervento porta a completamento un progetto di ampio respiro che ha interessato negli anni tutta la collina di Poggio Imperiale. Il Cassero della Fortezza è già completamente restaurato dai primi anni duemila, ed ospita una Piazza d'Armi che è una terrazza affacciata sulle colline del Chianti. Già restaurati anche i bastioni. L'interno della Fortezza ospita importanti scavi archeologici con un villaggio altomedievale preesistente alla Fortezza, unico in Europa. Dallo scavo e dalla nascita del Parco Archeologico ha preso corpo la realizzazione dell'Archeodromo che riproduce in scala 1:1 il villaggio, con una grande capanna, la longhouse circondata da diverse strutture più piccole destinate ad attività artigianali e all'immagazzinamento di derrate alimentari e prodotti agricoli. L'Archeodromo è un progetto della Fondazione Musei Senesi realizzato con finanziamenti Arcus Spa, con il Comune di Poggibonsi e l'Università degli Studi di Siena in collaborazione con Arké Archeologia Sperimentale e Archeotipo srl.

Il Giorno di Poggio Imperiale

Sabato 6 giugno la Fortezza rivivrà il suo passato sotto la guida degli archeologi specializzati nel reenactment con alcune fra le migliori compagnie italiane. Saranno presenti circa ottanta rievocatori in abiti storici impegnati in manovre militari, scontri fanti-cavalieri, servizi di pattugliamento. Un vero e proprio tuffo nel '500 con attività di living history. Contemporaneamente il Cassero vedrà gli archeologi di Archeotipo calarsi nei panni del fabbro, del tessitore, del coniatore di monete, del falegname, del cuoco, del tintore, di tutti gli antichi mestieri che rendevano possibile la vita di un villaggio fra il Medioevo e il Rinascimento. In attesa della cena narrata 'a tavola nel 500' che si svolgerà nella Piazza d'Armi con la riscoperta dei piatti e degli alimenti che caratterizzavano quel periodo storico (sold out).

"Il giorno di Poggio Imperiale" si svilupperà con altre iniziative domenica 7 giugno con, a partire dalle 9, visite guidate a cura del laboratorio Costantino Marmocchi, percorsi in bicicletta, a piedi, a cavallo, in compagnia degli amici a 4 zampe, animazioni e altro a cura delle associazioni Grandama Mtb, GS Bellavista, Sulle Orme di Romolo, Club Ippico L'Agrifoglio, Pro Loco, Amici di Poggibonsi.

Nel pomeriggio di entrambi i giorni navetta gratuita da piazzale Michelangelo. Sabato 6 giugno ci saranno modifiche alla viabilità che verrà organizzata come per la festa del Santo Patrono con senso unico di marcia in via Fortezza Medicea, dall'incrocio con via S. Francesco fino all'incrocio con la SR 68. La domenica la viabilità sarà normale con il doppio senso di marcia.

Pubblicato il 5 giugno 2015

  • Condividi questo articolo:
  • c
  • d
  • j

Lascia un commento

Torna su