Poggibonsi, furiosa lite in un locale notturno. Arrestati quattro uomini

E’ successo questa notte intorno alle ore 2.00. Quattro uomini all'interno del night club Daytona Luxury di Via Trentino Alto Adige hanno cominciato a discutere “per futili motivi”, stando a quanto riportato dai Carabinieri, e se le sono poi date di santa ragione utilizzando anche oggetti contundenti. I quattro, che hanno procurato lesioni anche ad altre persone presenti, si sono recati tre ore dopo al Pronto Soccorso di Campostaggia e hanno cominciato a litigare di nuovo

Commenti 0
  • Condividi questo articolo:
  • c
  • d
  • j

E’ successo questa notte intorno alle ore 2.00. Quattro uomini all’interno del night club “Daytona Luxury” di Via Trentino Alto Adige hanno cominciato a discutere “per futili motivi”, stando a quanto riportato dai Carabinieri, e se le sono poi date di santa ragione utilizzando anche oggetti contundenti. I quattro, che hanno procurato lesioni anche ad altre persone presenti, si sono recati tre ore dopo al Pronto Soccorso di Campostaggia e hanno cominciato a litigare di nuovo. Per fortuna sono sopraggiunti in tempo i militari del N.o.r.m. di Poggibonsi che li hanno arrestati in flagranza per rissa, lesioni personali aggravate e porto di oggetti atti a offendere.

Si è trattato di:
- ***, classe 1978, residente a Castelfiorentino, celibe, boscaiolo, con precedenti
- ***, classe 1985, residente a Siena, celibe, muratore, con precedenti
- ***, classe 1982, residente a Siena, coniugato, muratore, con precedenti
- ***, classe 1990, residente a Castelfiorentino, celibe, operaio, incensurato

Quest’ultimo è stato deferito in stato di libertà. I primi due, dopo le formalità di rito, sono stati condotti presso le loro abitazioni per gli arresti domiciliari. L’altro è stato tradotto dai Carabinieri presso la Casa Circondariale di Siena, tutti in attesa del rito direttissimo da parte dell’Autorità Giudiziaria. I motivi della rissa, lo riferiscono i militari, sono riconducibili a reciproche pretese economiche.

Pubblicato il 1 gennaio 2018

  • Condividi questo articolo:
  • c
  • d
  • j

Lascia un commento

Torna su