Poggibonsi, ruba la cassaforte in un supermercato. Arrestato 20enne valdelsano

M.H., queste le iniziali, dopo aver forzato una porta secondaria dell'esercizio è riuscito a entrare all'interno e, dopo aver frugato nei vari locali e aperto i registratori di cassa, ha asportato l’intera cassaforte presente in nell'ufficio, dentro alla quale erano riposti gli incassi giornalieri e documentazione contabile varia. Una pattuglia dell’Arma, in servizio in quella zona, caratterizzata da un'elevata presenza di attività commerciali, ha notato l’uomo uscire dal negozio

Commenti 0
  • Condividi questo articolo:
  • c
  • d
  • j

Nella tarda serata di ieri, un ventenne valdelsano è stato arrestato dai Carabinieri della Stazione di Poggibonsi insieme a quelli di Castellina in Chianti, subito dopo aver rubato la cassaforte all’interno di un noto supermercato in Via San Gimignano a Poggibonsi.

M.H., queste le iniziali, dopo aver forzato una porta secondaria dell'esercizio è riuscito a entrare all’interno e, dopo aver frugato nei vari locali e aperto i registratori di cassa, ha asportato l’intera cassaforte presente in nell'ufficio, dentro alla quale erano riposti gli incassi giornalieri e documentazione contabile varia. Una pattuglia dell’Arma, in servizio in quella zona, caratterizzata da un'elevata presenza di attività commerciali,  ha notato l’uomo uscire dal negozio portando sulla schiena un sacco voluminoso.

Insospettivi da tale atteggiamento, i militari hanno fermato nelle immediate vicinanze del supermercato l’uomo,che alla vista dei Carabinieri ha tentato di nascondere quanto stava trasportando all’interno di una siepe.

Per i Carabinieri non è stato difficile capire che la cassaforte contenuta nel sacco era il provento del furto commesso all’interno del supermercato. Dopo un rapido sopralluogo col responsabile dell’esercizio commerciale, hanno accertato il furto e le modalità attraverso le quali era stato commesso, riconsegnando il tutto al legittimo proprietario. M.H, non nuovo a questo tipo di azioni, è stato arrestato dai Carabinieri e posto a disposizione della Procura della Repubblica di Siena.

Pubblicato il 17 maggio 2018

  • Condividi questo articolo:
  • c
  • d
  • j

Lascia un commento

Torna su