Presentata la quarta edizione del Beat Festival: anche Motta in concerto

Gli ingredienti base di una ricetta vincente sono i soliti: grande musica live, dj set, street food, birre artigianali, sport e divertimento avvolti nel verde del Parco di Serravalle

Commenti 0
  • Condividi questo articolo:
  • c
  • d
  • j

Non c’è due senza tre… e il quattro vien da sé. Nel 2015 la grande novità dell’estate empolese. Nel 2016 la conferma di un evento che mancava. Nel 2017 la trasformazione in una kermesse internazionale. Nel 2018 il consolidamento e la capacità del Beat Festival di ampliare la festival experience sempre restando fedele alla sua origine di evento immerso nella natura, nella musica, nello stare insieme all’aperto mangiando, divertendosi e partecipando a concerti coinvolgenti.

Gli ingredienti base di una ricetta vincente sono i soliti: grande musica live, dj set, street food, birre artigianali, sport e divertimento avvolti nel verde del Parco di Serravalle, a Empoli, nel cuore della Toscana con una magia unica che chi ha sperimentato vuole ripetere anno dopo anno. La nuova edizione sancisce la partnership con Il Mercantile, un market di handmade e vintage tra i più apprezzati in Italia. Il Mercantile snoderà i suoi 70 stand lungo il lago del parco. Altra novità lo skate park, un’area dove praticare lo skateboard con musica hip-hop e un’attitudine street. Tutte le aree saranno a ingresso gratuito ad eccezione del main stage che ospita i grandi concerti live.

Beat 2018, anche quest’anno, si articolerà sue due fine settimana, gli ultimi di agosto, per 5 giornate totali. Si parte venerdì 24 agosto, quindi sabato 25 e domenica 26. Qualche giorno di pausa e poi il gran finale giovedì 30 e venerdì 31 agosto. 

Ancora una volta organizza Associazione Beat 15, con la collaborazione, il supporto e il patrocinio del Comune di Empoli e della Regione Toscana. Alla presenza del sindaco Brenda Barnini e dei componenti dell’associazione Beat 15 che organizza da quattro anni il festival: Umberto Bonanni e Roberto Del Pasqua. Alessia Biagini ha invece rappresentato Tinghi Motors-Renault, partner ufficiale dell’evento.

L’annuncio del quinto headliner show del cast 2018

In questa occasione si presenta l’ultimo artista che mancava per completare il cast del Beat Festival: Motta. Sarà lui il nome della serata rimasta da riempire, quella di sabato 25 agosto. Polistrumentista, cantante e autore Motta è nato a Pisa da genitori livornesi, romano d’adozione. Il suo  primo disco da solista: “La Fine Dei Vent’anni”, del 2016, è stato un grande successo.

Il disco, di cui scrive i testi, compone le musiche e cura gli arrangiamenti, vede la collaborazione di diversi artisti. In primis Riccardo Sinigallia, che ne è stato produttore artistico, oltre ad aver collaborato alla stesura dei testi. Partecipano inoltre Alessandro Alosi de Il Pan Del Diavolo,  Cesare Petulicchio dei Bud Spencer Blues Explosion, Giorgio Canali e Andrea Ruggiero.

Da subito il progetto ottiene grandi consensi e viene accolto positivamente sia dal pubblico che dalla critica. “I primi due singoli estratti dal disco, “La fine dei vent'anni” e “Sei bella davvero”, vengono suonati da oltre cento radio sul territorio nazionale, tra cui Radio 1 e Radio 2 e la prima diventa un vero inno generazionale. Lo scorso 6 aprile è uscito Vivere o Morire, il secondo album di Motta, trascinato dal singolo “La nostra ultima canzone”, in heavy rotation su tutte le radio. Il suo Tour in primavera ha fatto registrare il tutto esaurito, adesso Motta è pronto a salire sul palco del Beat per l'unica data Toscana del suo tour estivo. Un artista straordinario che siamo orgogliosi di avere nel nostro cast.

«In questi quattro anni - dice Brenda Barnini, sindaco del comune di Empoli - gli organizzatori hanno sempre cercato qualcosa di diverso per attrarre sempre più persone. Beat è una scommessa vinta, abbiamo subito creduto di poter trasformare il nostro parco urbano, per un fine settimana, in un luogo di attrazione e di intrattenimento. Creando a Empoli un momento di protagonismo a livello toscano e non solo. Da una scommessa un po’ folle è diventato un appuntamento atteso dai più giovani, dalle famiglie e dagli stessi artisti che sono colpiti dalla la location dove vengono a proporsi. Per questa 4a edizione credo si creerà una magia simile all’effetto stupore che ebbe la prima edizione. Merito degli organizzatori che hanno un mestiere difficile per cui serve competenza ed esperienza».

«Oggi il programma del main stage del nostro grande festival Beat è completo con l'arrivo di Motta - dichiara Umberto Bonanni, presidente associazione Beat 15 -. Un cantautore di ultima generazione, uno show man, un musicista a tutto tondo che sta spaccando con l'ultimo album dal sound molto particolare. Motta ha scelto tra i festival toscani la location di Beat. Siamo contenti che su 5 giorni ci siano 5 serate di vero show, pagine musicali molto interessanti, di attrattiva regionale e nazionale. Se parliamo dei SUM 41 l’evento è internazionale, un live che si preannuncia uno spettacolo eccezionale,. Inizieranno il loro tour italiano proprio da Empoli. Tutte e cinque le serate avranno dei concerti di apertura molto attrattivi. Empoli si è dimostrato un territorio ideale per un evento del genere, che posso garantirvi, per la sua location, per lo street food, per lo sport proposto a tutti, per il modo in cui si pone, è stato innovativo e continua a esserlo. È un festival aperto, con un main stage a pagamento che ospita grandi eventi fra cui anche band di fama planetaria. Beat è una manifestazione inclusiva e l'auspicio è quello di raddoppiare i biglietti venduti, e incrementare le presenze in tutte le altre aree gratuite».

Le altre serate

Oltre a lui tanti altri artisti italiani e internazionali che sono già stati annunciati nelle scorse settimane. Ad aprire la manifestazione, il 24 agosto saranno i Ministri. Il 26 agosto invece sul palco del Beat la musica elettronica di Cosmo. Giovedì 30 il punk dei Sum 41, mentre il grande concertone finale di venerdì 31 agosto vedrà protagonisti i Canova, Eugenio in Via di Gioia e i Viito. 

Jump rock arena

Non poteva mancare lo spazio dedicato alla musica giovane ed emergente. Decine di gruppi si esibiranno dal pomeriggio a tarda notte, band emergenti, locali ma anche provenienti da tutta Italia. Insieme per una sorta di grande live che durerà 5 giorni. 

Mercato artigianale e skate park

Una delle grandi novità di questa edizione sarà la dislocazione del mercato artigianale, quest'anno affidato ad un'importante realtà come il Mercantile. Gli stand infatti saranno dislocati anche nell'area alle spalle del laghetto che nelle precedenti edizioni non era stata utilizzata. In questo spazio, davvero suggestivo, sarà presente anche un'area relax e chill out, con delle sedute particolari per riposarsi e godersi un aperitivo immersi nella natura di Serravalle. Altra novità lo skate park dedicato agli skateboarder che sarà posizionato tra la Jump Rock Arena e il main stage che manterranno le consuete collocazioni.

Il  festival presenta per la prima volta questo fantastico market che mette insieme una selezionatissima serie di espositori provenienti da ogni parte d'Italia, con le loro creazioni originali, creative e di qualità. Scelte per offrire ai visitatori un panorama variegato e pensato per tutti i gusti. 

Il Mercantile offre prodotti esclusivamente handmade e vintage, dai vestiti cuciti a mano per i bambini ai prodotti naturali di bellezza. Dalle stampe alle illustrazioni. Ma anche cornici, gioielli, ceramiche, vinili, borse e molto altro. Tutti realizzati con amore e passione da artigiani, crafter e designers che non hanno una sede fissa ma che girano continuamente l'Italia per conoscere sempre nuove persone e per farsi conoscere in tante città. Ma Beat 2018 farà il suo esordio anche lo Skate Park! Una pista da skateboard sarà a disposizione di tutti gli skaters in un’area con musica appropriata, soprattutto hip-hop.

Area food e birre artigianali

Come sempre grande spazio al cibo e alla birra di qualità. Tornerà l'amatissima area dedicata allo street food che , come nella tradizione di Beat mischierà tradizioni e novità. Saranno presenti alcuni furgoncini “best seller” delle ultime edizioni oltre a numerose novità. Dal pesce fritto, ai panini gourmet, dai piatti tipici italiani a ricercate prelibatezźe internazionali. Non mancherà proprio niente.  Confermatissima anche l'area delle birre artigianali con i migliori prodotti italiani e internazionali da gustare. Come sempre l'area sarà animata dal palco di Orme Radio che quest'anno sarà un vero e proprio laboratorio musicale e artistico che coinvolgerà numerosi soggetti.

Area sport

Come sempre Beat Festival sarà la casa dello sport. Decine di associazioni sportive si esibiranno sul prato del parco di Serravalle. Dalla danza alla pallavolo, dal judo fino al calcio. Beat si trasformerà in una grande arena dedicata a grandi e piccini che vorranno prendere contatto con gli sport, osservare le esibizioni o partecipare direttamente sotto la guida di esperti istruttori.

Pubblicato il 10 maggio 2018

  • Condividi questo articolo:
  • c
  • d
  • j

Lascia un commento

Torna su