Rina Chiarini e Remo Scappini, per la coppia di partigiani un monumento a Santa Maria

Marito e moglie, entrambi empolesi, furono tra i principali protagonisti della lotta di Liberazione: per il suo contributo alla Resistenza Rina Chiarini, detta Clara, fu insignita della medaglia d'argento al valor militare. Anche Remo Scappini pagò a caro prezzo il suo antifascismo, ma 12 anni di carcere duro non lo piegarono. L’installazione e l’inaugurazione del monumento in memoria della coppia partigiana avviene in occasione del 73° anniversario della Liberazione di Empoli

Commenti 0
  • Condividi questo articolo:
  • c
  • d
  • j

È in programma sabato mattina, 16 settembre, alle 11.30, la scopertura del monumento dedicato a due partigiani di Empoli. Sono Rina Chiarini, detta Clara, e a Remo Scappini, fra le figure più importanti e significative della storia della lotta per la Liberazione dal regime antifascista a Empoli, e non solo. L’amministrazione comunale ha deciso di installare un ‘simbolo’ visibile della loro memoria nella piazza principale del paese dove nacquero, ai primi del ‘900: in piazza del Convento, al centro della frazione di Santa Maria, di fronte alla chiesa.

Un’iniziativa che la Città di Empoli ha concretizzando raccogliendo anche le richieste della cittadinanza e del tessuto sociale, oltre all’ANPI di Empoli anche il Comitato Santamariese, che raccoglie numerosi residenti.

Marito e moglie, entrambi empolesi, furono tra i principali protagonisti della lotta di Liberazione: per il suo contributo alla Resistenza Rina Chiarini, detta Clara, fu insignita della medaglia d'argento al valor militare.
Anche Remo Scappini pagò a caro prezzo il suo antifascismo, ma 12 anni di carcere duro non lo piegarono. Fu a capo della rivolta del popolo genovese contro i nazifascisti, e come presidente del Comitato di Liberazione della Liguria ricevette nelle sue mani la resa delle truppe tedesche comandate dal generale Meinhof. 
L’installazione e l’inaugurazione del monumento in memoria della coppia partigiana avviene in occasione del 73° anniversario della Liberazione di Empoli, città che con i suoi 500 volontari nell'esercito di liberazione è stato uno dei punti nevralgici dell'antifascismo in Toscana. 

La scopertura del monumento è prevista, come detto, sabato 16 settembre alle 11.30.

All’inaugurazione saranno presenti il sindaco di Empoli Brenda Barnini e l’assessore alla memoria Eleonora Caponi, rappresentanti dell’Anpi Empoli, interventi musicali del coro popolare Mirincoro, saluto della Casa del Popolo di Santa Maria.

Alla memoria di Rina Chiarini e di Remo Scappini è intitolato anche il Centro di documentazione sull'antifascismo, la Resistenza e la storia contemporanea di Empoli, che si trova all’archivio storico comunale, in zona Carraia, e che raccoglie libri e a altri documenti legati alla storia della coppia.

Pubblicato il 15 settembre 2017

  • Condividi questo articolo:
  • c
  • d
  • j

Lascia un commento

Torna su