Sanremo, il castellano Diego Calvetti sul podio insieme ai big e alle nuove proposte

Diego Calvetti, oltre ad essere direttore d'orchestra, fa anche il produttore musicale. Ha uno studio sulle colline di Ulignano, nel comune di San Gimignano. E' stato infatti numerose volte sul palco dell’Ariston, per accompagnare i brani degli artisti da lui stesso prodotti (la lista delle produzioni è lunghissima e annovera nomi come Gianni Morandi, Patty Pravo, Modà, Francesco Renga e Bianca Atzei). E' stato vocal coach alla quinta edizione di X-Factor, nella squadra degli under 25 capitanata da Morgan

Commenti 0
  • Condividi questo articolo:
  • c
  • d
  • j

Sul podio della 68esima edizione del Festival della Canzone Italiana di Sanremo c’è anche un pezzo di Castelfiorentino. Il Maestro Diego Calvetti, classe 1974, castellano di nascita ha diretto i vincitori della categoria “big” Ermal Meta e Fabrizio Moro, che si sono esibiti con il brano Non mi avete fatto niente, e Ultimo, primo classificato delle nuove proposte con Il ballo delle incertezze.

Il debutto ad appena 30 anni. «Salii i tre gradini del palchetto con le gambe che tremavano e quando il conduttore pronunciò il mio nome pensavo di svenire», ha confessato in un’intervista fatta a La Nazione qualche anno fa.

Il primo cittadino di Castelfiorentino Alessio Falorni ne ha scritto sul proprio profilo Facebook come uno dei più grandi talenti della città valdelsana.

 

Diego Calvetti, oltre ad essere direttore d’orchestra, fa anche il produttore musicale. Ha uno studio sulle colline di Ulignano, nel comune di San Gimignano. E’ stato infatti numerose volte sul palco dell’Ariston, per accompagnare i brani degli artisti da lui stesso prodotti (la lista delle produzioni è lunghissima e annovera nomi come Gianni MorandiPatty PravoModàFrancesco Renga e Bianca Atzei). E’ stato vocal coach alla quinta edizione di X-Factor, nella squadra degli under 25 capitanata da Morgan.

Pubblicato il 12 febbraio 2018

  • Condividi questo articolo:
  • c
  • d
  • j

Lascia un commento

Torna su