Scienze e natura, gli studenti dell'Enriques di Castelfiorentino impegnati in un progetto Erasmus+

«La collaborazione con l’Istituto F. Enriques – osserva l’Assessore alla Scuola e Attività Educative, Francesca Giannì – è da sempre per noi fondamentale, ma lo diventa ancora di più quando trae spunto da progetti come questo che puntano a innovare la didattica, abbinando in modo virtuoso la teoria alla pratica, la lezione tenuta in aula all’osservazione diretta del territorio. Un approccio positivo che serve a stimolare le loro capacità di apprendimento»

Commenti 0
  • Condividi questo articolo:
  • c
  • d
  • j

Stimolare l’apprendimento delle Scienze attraverso l’osservazione della Natura. Uno studio condotto sul “campo”, tramite visite guidate, raccolta di dati, verifica e selezione del materiale, presentazione dei risultati sotto la guida degli insegnanti. E’ questo, in estrema sintesi, l’obiettivo del progetto “E-Learning from Nature”, fondato dalla Commissione Europea e l’Agenzia Nazionale Italiana per il programma “Erasmus+”, che vede coinvolti oltre 50 studenti dell’Istituto Superiore “F. Enriques” e al quale aderisce in veste di partner il Comune di Castelfiorentino.

Il progetto, che ha preso il via alla fine del 2015, è ormai entrato in una fase cruciale (conclusione prevista entro settembre 2017) ed è stato condotto esaminando come area di interesse da un punto di vista naturalistico il Padule di Fucecchio. Secondo quanto contemplato dal progetto, infatti, ogni scuola aveva il compito di individuare preliminarmente un’area protetta riconosciuta come tale dall’Unione Europea, e su questo concentrare il lavoro sperimentale degli studenti.

Sono state pertanto effettuate delle visite guidate, durante le quali gli studenti che hanno aderito al progetto  hanno condotto la loro attività di osservazione (su flora e fauna), raccogliendo i dati e analizzandoli in una fase successiva, di tipo laboratoriale. Sono stati realizzati quindi diversi materiali (videoclips, testi, power point) che saranno presto condivisi con quelli prodotti da altre scuole che partecipano allo stesso progetto. In tal modo si punta a realizzare una “guida per l’insegnante” disponibile online.

«Sono estremamente soddisfatto – sottolinea Andrea Conforti, insegnante e coordinatore del progetto - di questa partnership fra l'Istituto 'F. Enriques' e l'Amministrazione Comunale di Castelfiorentino, per più di un motivo: la disponibilità alla condivisione di contenuti e obiettivi oggettivamente importanti come quello di incoraggiare i giovani ad un approccio verso la natura e il territorio in maniera diretta; l'ulteriore conferma di una cooperazione tra il Comune e la nostra scuola che va avanti da molto tempo con risultati molto positivi; ultimo ma non ultimo, creare le premesse per un'azione che, partendo dalla valorizzazione del proprio territorio,  possa rappresentare un anello di congiunzione con la consapevolezza di una collaborazione a livello internazionale, attraverso la condivisione e il confronto di idee, attività e prodotti con enti e scuole partner europei che fanno parte del progetto biennale di cui il nostro istituto è capofila».

«La collaborazione con l’Istituto F. Enriques – osserva l’Assessore alla Scuola e Attività Educative, Francesca Giannì – è da sempre per noi fondamentale, ma lo diventa ancora di più quando trae spunto da progetti come questo che puntano a innovare la didattica, abbinando in modo virtuoso la teoria alla pratica, la lezione tenuta in aula all’osservazione diretta del territorio. Un approccio positivo che serve a stimolare le loro capacità di apprendimento, nonché a renderli pienamente partecipi e con un ruolo attivo nelle attività di ricerca che vengono fatte, senza trascurare il valore aggiunto di una piena consapevolezza del valore ambientale del nostro paesaggio circostante».

Pubblicato il 22 marzo 2017

  • Condividi questo articolo:
  • c
  • d
  • j

Lascia un commento

Torna su