Sogno, beffe e risentimenti nel prossimo incontro di 'Si racconta le novelle del Boccaccio'

La lettura integrale dell'opera è affidata alle voci di Benedetta Tinti ed Eleonora Tinti accompagnate da Francesca Bianconi al violoncello. Direzione artistica: Carlo Romiti. Musiche: Damiano Santini

Commenti 0
  • Condividi questo articolo:
  • c
  • d
  • j

Nuovo appuntamento venerdì 9 febbraio 2018 alle ore 21.30 con "Si racconta le novelle del Boccaccio". Le novelle del Decameron che ogni secondo venerdì del mese intrattengono un nutrito pubblico all'interno della Casa di Boccaccio in Certaldo Alto.

Questa volta le novelle protagoniste saranno la settima e l'ottava della nona giornata. La prima narra la storia di un uomo chiamato Talano e di sua moglie Margarita e la seconda, ambientata a Firenze, dell'ingordo Ciacco e del gracile Biondello. La lettura integrale dell'opera è affidata alle voci di Benedetta Tinti ed Eleonora Tinti accompagnate da Francesca Bianconi al violoncello. Direzione artistica: Carlo Romiti. Musiche: Damiano Santini.

Questa la sinossi della novella così come la scrive Boccaccio in incipit: "Talano d'Imolese sogna che uno lupo squarcia tutta la gola e 'l viso alla moglie; dicele che se ne guardi; ella nol fa, e avvienle" (Decameron IX – 7)
"Biondello fa una beffa a Ciacco d'un desinare, della quale Ciacco cautamente si vendica, faccendo lui sconciamente battere" (Decameron IX – 8)

Per prendere parte alla serata è necessario prenotarsi chiamando il numero 0571 663580 o scrivendo una mail a info@laboratoripolis.it

Pubblicato il 5 febbraio 2018

  • Condividi questo articolo:
  • c
  • d
  • j

Lascia un commento

Torna su