Staggia, oltre 50 bambini e bambine partecipano al progetto educativo all'Accademia dell’Erbavoglio

L’Accademia dell'Erbavoglio nasce dall’idea di far conoscere ai bambini il mondo magico dell’arte per fare in modo che entrino in contatto con il proprio io e rapportarsi con gli altri: arte e creatività infatti svolgono un ruolo fondamentale nell’ambito dell’evoluzione infantile e nella storia del pensiero filosofico e pedagogico, emerge un sottile fil rouge che collega la pratica di attività artistiche alle abilità comunicative e allo sviluppo fisico-cognitivo-emotivo durante l’infanzia

Commenti 0
  • Condividi questo articolo:
  • c
  • d
  • j

Iniziate e già a pieno ritmo le attività del Centro Ricreativo Estivo che si svolgono quest'anno presso la scuola di Staggia. Si tratta di attività estive per bambini e bambine dei 3 ai 6 anni e che proseguiranno (dal lunedì al venerdì dalle 9 alle 13) fino al 28 luglio. Oltre cinquanta i bambini che frequentano il Centro dedicato in questa estate all’Accademia dell'Erbavoglio, un atelier per artisti alle prime armi.

Il progetto educativo è curato dalle Pleiades per conto del Consorzio Ar.Si. Coop. Consorzio Sociale Toscana Sud. I bambini sono stati organizzati in due gruppi omogenei seguiti da esperti interdisciplinari e personale dei servizi educativi comunali.

Il progetto

L’Accademia dell'Erbavoglio nasce dall’idea di far conoscere ai bambini il mondo magico dell’arte per fare in modo che entrino in contatto con il proprio io e rapportarsi con gli altri: arte e creatività infatti svolgono un ruolo fondamentale nell’ambito dell’evoluzione infantile e nella storia del pensiero filosofico e pedagogico, emerge un sottile fil rouge che collega la pratica di attività artistiche alle abilità comunicative e allo sviluppo fisico-cognitivo-emotivo durante l’infanzia. Un’attività estiva basata sul fare arte, intesa nelle sue molteplici forme. Gli obiettivi sono quelli di stimolare la fantasia e la creatività, per imparare a rapportarsi in modo originale e creativo con la propria quotidianità; aprire gli orizzonti personali di ognuno all’approccio ludico- artistico di nuove tecniche, pittoriche, teatrali, di ballo e musicali, al fine di rafforzare l’orgoglio di aver intrapreso un cammino e di aver imparato cose nuove; creare nuove amicizie, per vivere allegramente l’estate.

Il progetto è articolato su quattro settimane e il gioco del laboratorio teatrale sarà il contenitore omnicomprensivo delle varie discipline artistiche.

La prima settimana (3-7 luglio, conclusa) ha avuto come tema l’atelier della pittura, la seconda (10-14 luglio) è dedicata a La Compagnia di Pollicino (l'arte del teatro), la  terza (17-21 luglio) sarà dedicata ai musicanti e la quarta  (24-28 luglio) al corpo di ballo. Per partecipare al Cre sono state 47 le richieste di trasporto e sono quindi due gli scuolabus attivati per portare i bambini e le bambine all’Accademia dell’Erbavoglio.

Pubblicato il 10 luglio 2017

  • Condividi questo articolo:
  • c
  • d
  • j

Lascia un commento

Torna su