Triathlon della Valdelsa, grande successo per la sesta edizione, appena conclusa

Il meteo ha quest'anno messo a dura prova gli atleti in gara, con un clima particolarmente torrido e un caldo afoso che solo a tratti, grazie ad una leggera brezza, ha lasciato tregua ai partecipanti

Commenti 0
  • Condividi questo articolo:
  • c
  • d
  • j

Si è chiusa ieri la sesta edizione del “Triathlon della Valdelsa”, gara su distanza sprint (750 metri nuoto, 20 km ciclismo e 5 km podismo) organizzata dalla Olimpiacolle Fun S.S.D. di Colle Val d’Elsa che ogni anno vede un numero sempre più sostanzioso di partecipanti (gara sold out con 173 iscritti, ben oltre i 150 preventivati).

Il meteo ha quest'anno messo a dura prova gli atleti in gara, con un clima particolarmente torrido e un caldo afoso che solo a tratti, grazie ad una leggera brezza, ha lasciato tregua ai partecipanti. La sesta edizione è stata festeggiata alla presenza di un folto pubblico che ha gremito le tribune e il prato adiacenti la Piscina Olimpia (vasca olimpionica da 50 metri) nonché le strade limitrofe allo svolgimento delle varie frazioni durante tutte le fasi della gara.

La gara maschile è stata vinta da Enrico Ferlazzo (Spezia Triathlon), che ha avuto la meglio su Luca Borgianni (GS FF.OO.) e Davide Loi (707). La cronaca della gara ha visto Ferlazzo imprimere, già dalle prime bracciate, un ritmo elevato per fare selezione. L’atleta dello Spezia Triathlon usciva dall’acqua portando con sé il giovanissimo Luca Borgianni (FF.OO), Andrea Martinelli (Livorno Trathlon) e Fabrizio Monti (Freestyle Triathlon). Nella frazione bike Ferlazzo e Borgianni salutavano la compagnia di Martinelli e Monti e si avvantaggiavano sugli altri, mentre da dietro un piccolo plotone composto da 4 atleti (Paolo Favilla, Claudio Tondini, Fabrizio Monti e Davide Loi) ricuciva il gap con Martinelli e Monti. Il gruppo da 6, venutosi a formare strada facendo, si vedeva rimontare dall’atleta di casa Giuseppe Anatriello (OlimpiaColle) che, nel frattempo in solitaria, aveva ridotto a 20” il gap di 1’25”, accumulato nella frazione di nuoto. Nella frazione di corsa, mentre per la testa della gara tutto si era ben delineato con Enrico Ferlazzo (Spezia Triathlon) che, senza troppa difficoltà allungava andando a vincere in scioltezza su un ottimo Luca Borgianni (G.S. FF.OO.), tra gli inseguitori si rimescolavano le carte con Anatriello che imprimeva un ritmo elevato andando a riprendere e superare ad uno ad uno Monti, Tondini, Martinelli e Favilla fino a giungere a ridosso di Davide Loi (707) che tagliava il traguardo in terza posizione, davanti, appunto a Giuseppe Anatriello (OlimpiaColle), Paolo Favilla (Livorno Triathlon) ed Andrea Martinelli (Livorno Triathlon).

Entusiasmante anche la gara femminile. Il terzetto, composto da Chiara Ingletto (Firenze Triathlon), Sara Savoia (707) e Federica Fanciullacci (Dermovitamina BSide), fa gara a sé stante e nelle prime due frazioni si gioca le posizioni del podio. Ma nella parte podistica è Chiara Ingletto a far valere le proprie doti da runner regolando senza affanni e con cospicuo vantaggio sulla finish line Sara Savoia (seconda) e Federica Fanciullacci (terza).

Per gli atleti dell’Olimpiacolle, oltre al 4° posto assoluto e 1° di categoria M1 di Giuseppe Anatriello, da segnalare Marco Calzoni (25° assoluto e 7° di categoria S3), Gabriele Torricelli (43° assoluto e 11° di categoria S3), Paolo Vanni (52° assoluto e 14° di categoria S3), Andrea Conforti (56° assoluto e 7° di categoria M3), Leonardo Cameli (70° assoluto e 8° di categoria S4), Alberto Peruzzi (76° assoluto e 5° di categoria S1), Marco Bonifacio (81° assoluto e 5° di categoria M4), Michele Cortazzo (108° assoluto e 12° di categoria M3), Giampiero Brogi (109° assoluto e 6° di categoria M4), Antonio Miraglia (110° assoluto e 19° di categoria S3) e Gerarda Venturini (18^ assoluta e 3^ di categoria M2).

Al termine della gara gli atleti si sono ritrovati negli spazi messi a disposizione degli impianti sportivi della Piscina Olimpia dove hanno avuto modo di prendere parte all’abbondante pasta party allestito, per l’occasione, dal Comitato organizzativo. A seguire, le premiazioni che hanno visto, quale cerimoniere, l’illustre partecipazione dell’Avvocato Paolo Ridolfi – Delegato Provinciale Coni di Siena.

Una manifestazione che si è dimostrata vivace e coinvolgente grazie anche al “villaggio sportivo” allestito dagli organizzatori apposta per la circostanza e la cui realizzazione è stata resa possibile anche grazie all’impegno ed all’ausilio del Main Sponsor Decathlon Colle Val d’Elsa (SI), del partner organizzativo TriEvolution Sport Eventi e degli altri partners commerciali: Bar Il Manganelli (SI), Studio Sampieri (Monteriggioni/SI), La Terrazza del Chiostro (Pienza/SI), Fattoria Canapaccia (Montalcino/SI) e Farmacia Pinotti (Buonconvento/SI).

Tutti i dettagli (classifiche e foto) relative all’Evento sono consultabili sul sito MySdam, sul sito della gara http://mgazza9.wixsite.com/trivaldelsa e sul profilo Facebook della Società.

Nella stessa giornata si è svolta a Pescara la gara su distanza Medio (1.900 mt. nuoto, 90 km ciclismo e 21 km podismo) a marchio IM (IronMan). Gara che ogni anno riserva ai partecipanti – quest’anno circa 1.700, pessime sorprese a livello organizzativo. Infatti come nelle precedenti edizioni, a causa delle ampiamente previste condizioni di mare mosso, la frazione natatoria è stata accorciata ed il percorso ri-disegnato in maniera non proprio ottimale. Eccellente la prestazione di Federico Alvino che, considerata la concomitanza con l’evento di Colle Val d’Elsa era l’unico rappresentante in gara per l’OlimpiaColle Fun S.. Per Alvino 88^ piazza assoluta e 9^ di categoria M 30 – 34 con il crono di 4h46’36” e miglior atleta “senese” al traguardo di questa prestigiosa Kermesse a caratura internazionale.

Pubblicato il 19 giugno 2017 (modifica il 19 giugno 2017 | 16:50 )

  • Condividi questo articolo:
  • c
  • d
  • j

Lascia un commento

Torna su