Trofeo Matteotti, 200 corridori domenica 28 tra le vigne del Chianti e della Valdelsa

«Gli organizzatori quest'anno - dichiara l'assessore allo Sport del Comune di Barberino Marco Rustioni - confermano un'altissima partecipazione, il dato record raggiunto di iscritti con 200 partecipanti provenienti da tutto il mondo rivela un segnale molto positivo che attesta il gradimento della corsa da parte del mondo sportivo a distanza di oltre 60 anni e invita a cogliere un'opportunità di promozione delle eccellenze e delle mille risorse della Toscana»

Commenti 0
  • Condividi questo articolo:
  • c
  • d
  • j

Si correrà domenica 28 maggio l'edizione numero 64 del Trofeo Matteotti di Marcialla, nonché quarantaduesimo Trofeo Olearia Valpesana, prestigiosa gara ciclistica nazionale riservata alla categoria Elite-Under 23. Realizzata con il contributo dell'Unione comunale del Chianti Fiorentino, la corsa prenderà il via da Marcialla in piazza Brandi alle ore 13.30 e si concluderà intorno alle ore 17.10 sempre in piazza Brandi. Una gara prestigiosa che, a partire dal 1952, anno in cui fu il giovane talentuoso Gastone Nencini a salire sul podio, si è contraddistinta e si è affermata negli anni per il suo lungo percorso storico, la durezza e la bellezza del percorso, il prestigioso albo dei partecipanti. Si ricordano i piazzamenti di grandi ciclisti come Paolo Bettini, Marco Pantani, Mario Cipollini, Giovanni Visconti, Richie Porte e tanti altri corridori di valore.

La gara è stata presentata oggi in Regione dall'assessore regionale allo sport Stefania Saccardi e dal sindaco di Barberino Val d'Elsa Giacomo Trentanovi. Sono intervenuti tra gli altri Armando Nesi (organizzazione Trofeo Matteotti), Giacomo Bacci, presidente della Federazione Ciclistica della Regione Toscana e Elisabetta Nencini, figlia di Gastone Nencini, primo vincitore del Trofeo Matteotti nel 1952.

«Un evento sportivo di rilievo – afferma l'assessore regionale allo sport Stefania Saccardi - con i suoi 150 chilometri in mezzo alle colline del Chianti, scorci suggestivi e vigne a distesa d'occhio, che coniugano pedali, natura e cultura. Non c'è dunque da stupirsi della grande partecipazione che anche l'edizione di quest'anno del Trofeo Matteotti ha suscitato tra i ciclisti dilettanti under 23, cui la gara è riservata. Una gara che fa parte del dna toscano, con le sue 64 edizioni, e che nel suo pedigree vanta i nomi di grandi del ciclismo da Gastone Nencini a Paolo Bettini, da Mario Cipollini a Marco Pantani a Giovanni Visconti. In bocca al lupo a tutti i partecipanti della gara di domenica 28 maggio, con l'auspicio di ritrovarli tra i campioni di domani».

«Un'importante giornata di ciclismo a Marcialla, nell'area del Chianti e di tutta la Valdelsa – commenta il sindaco di Barberino Val d'Elsa Giacomo Trentanovi - che anche quest'anno si può realizzare grazie allo sforzo e all'impegno degli organizzatori volontari della kermesse capitanati da Armando Nesi. Il Trofeo Matteotti ormai da tempo rappresenta un punto di riferimento sportivo e culturale di livello nazionale. Lo spettacolo dei vigneti e dei luoghi culturali più antichi e prestigiosi del territorio attraverso il quale il percorso della competizione si snoderà rende l'appuntamento uno dei più apprezzati dal pubblico e dalla stampa su scala nazionale. L'invito è a godere questa bella giornata di passione sportiva, fortemente radicata nella nostra comunità sulla quale i Comuni dell'Unione continuer anno ad investire per valorizzare la tradizione e la storia dell'evento e più in generale per incrementare la qualità di iniziative e proposte tese a coniugare natura, sport e ambiente e a far leva sulle potenzialità culturali del territorio».

«Gli organizzatori quest'anno - dichiara l'assessore allo Sport Marco Rustioni - confermano un'altissima partecipazione, il dato record raggiunto di iscritti con 200 partecipanti provenienti da tutto il mondo rivela un segnale molto positivo che attesta il gradimento della corsa da parte del mondo sportivo a distanza di oltre 60 anni e invita a cogliere un'opportunità di promozione delle eccellenze e delle mille risorse della Toscana».

La gara, come da tradizione, si articolerà lungo un percorso di 150 km tra le colline dei Comuni di Barberino Val d'Elsa, Tavarnelle Val di Pesa, San Casciano Val di Pesa, Montespertoli, Certaldo e Poggibonsi, caratterizzato da numerosi passaggi attraverso luoghi, siti e aree molto suggestivi tra cui Sciano, Canaglia, Montagnana e la cupola di San Michele Arcangelo a Semifonte.

Il Trofeo Matteotti si configura come uno degli avvenimenti più attesi dai ciclisti dilettanti under 23, ovvero quegli atleti che l'anno successivo potranno entrare a far parte del circuito professionistico. Sono svariate le edizioni in cui il trofeo si è rivelato trampolino di lancio per nomi di caratura internazionale tra cui Pantani, Cipollini, Bettini, Richie Porte che hanno ottenuto ottimi piazzamenti. Inoltre, molti nomi che adesso stanno partecipando al Giro d'Italia, sono stati protagonisti del Trofeo Matteotti come Nicola Boem, Sacha Modolo, Giovanni Visconti, Diego Ulissi, Kristian Sbaragli, Davide Malacarne e lo stesso Fabio Aru, compagno di squadra di Vincenzo Nibali.

Anche quest'anno l'organizzazione della gara, curata dall'associazione Aics Firenze in collaborazione con gli sportivi di Marcialla, ha messo in piedi un lavoro complesso che ha visto il coinvolgimento di centinaia di cittadini e aziende del territorio, in special modo gli abitanti di Marcialla, sapientemente guidati da Armando Nesi. «L'esito della manifestazione è strettamente legata al grado di partecipazione della cittadinanza – dichiara Armando Nesi – per molti di noi il Trofeo Matteotti non è solo una prestigiosa gara di ciclismo ma una giornata di festa da vivere a pieno nel nostro territorio».

Pubblicato il 26 maggio 2017

  • Condividi questo articolo:
  • c
  • d
  • j

Lascia un commento

Torna su