Valoremuseo: anche il Museo Diffuso Empolese Valdelsa tra i vincitori

“Valoremuseo” è un programma per la crescita delle competenze professionali e manageriali dei musei e dei giovani laureati, al fine di favorire il rafforzamento del sistema museale locale e lo sviluppo di nuove capacità imprenditoriali culturali. Il duplice obiettivo è quindi l'aumento delle competenze professionali degli operatori museali e lo sviluppo di nuove professionalità e competenze tra i giovani

Commenti 0
  • Condividi questo articolo:
  • c
  • d
  • j

C'è anche il Museo Diffuso Empolese Valdelsa - www.museiempolesevaldelsa.it - tra i vincitori del bando di “Valoremuseo”, il progetto di Fondazione CR Firenze, Piccoli Grandi Musei, Regione Toscana - Giovani SI', in collaborazione con ICOM Italia, MIBACT - Polo Museale Toscana, con la consulenza di Fondazione Fitzcarraldo.

Il bando si rivolgeva a tutti i musei di Firenze, della Città Metropolitana di Firenze e delle province di Grosseto e Arezzo. Tra le decine di partecipanti, il progetto presentato dal Comune di Montelupo Fiorentino come capofila amministrativo, a nome dell'intero Sistema Museale che comprende ben 20 musei articolati su 11 Comuni, è risultato tra i vincitori.

“Valoremuseo” è un programma per la crescita delle competenze professionali e manageriali dei musei e dei giovani laureati, al fine di favorire il rafforzamento del sistema museale locale e lo sviluppo di nuove capacità imprenditoriali culturali. Il duplice obiettivo è quindi l'aumento delle competenze professionali degli operatori museali e lo sviluppo di nuove professionalità e competenze tra i giovani.

Il Bando metterà a disposizione: un programma di attività di formazione per i giovani e per i musei; una job experience retribuita di 6 mesi per i 12 giovani vincitori; la realizzazione di un progetto di marketing per i 12 musei selezionati. Premialità finali previste (per i due migliori progetti): un contributo economico per la realizzazione di un progetto di comunicazione per i musei e uno study tour all’estero per i giovani.

«Siamo felici e onorati di essere stato selezionati per questo progetto innovativo, che coniuga il miglioramento e l'innovazione delle strutture museali con la formazione dei giovani – dice il sindaco con delega alla cultura e al turismo per l'Unione dei Comuni, Giacomo Cucini – nell partecipazione al bando abbiamo sottolineato il superamento del concetto di struttura sovralocale come pura promozione della rete, per arrivare ad un vero sistema di relazioni e progettazione integrata tra musei, con programmi radicati nell'identità del territorio. Il progetto si realizzerà contestualmente all'avvio del lavoro della nuova figura del coordinatore dell'attività scientifica. Coglieremo questa occasione per redigere un progetto di comunicazione e crescita della rete, che valorizzi tutte le potenzialità di sviluppo culturale e turistico, e di individuazione dei target e delle azioni sinergiche nei confronti dei vari pubblici, obiettivi ai quali il Museo Diffuso Empolese Valdelsa può ambire».

Pubblicato il 10 aprile 2017

  • Condividi questo articolo:
  • c
  • d
  • j

Lascia un commento

Torna su