Variante sr 429, sopralluogo conferma rispetto dei tempi: pronta per 2019

Cinque cantieri aperti per realizzare il lotto V della variante alla sr429 e un ulteriore progetto esecutivo, quello per il lotto IV, che sarà pronto entro l'anno. Il sopralluogo dell'assessore regionale alle infrastrutture Vincenzo Ceccarelli, dei sindaci di Empoli, Castelfiorentino, Gambassi Terme, San Miniato e dei rappresentanti della Città Metropolitana di Firenze e della Provincia di Pisa ha evidenziato che i lavori per la nuova infrastruttura procedono secondo i tempi previsti, così come la gara per l'affidamento dei lavori per il V lotto

Commenti 0
  • Condividi questo articolo:
  • c
  • d
  • j

Cinque cantieri aperti per realizzare il lotto V della variante alla sr429 e un ulteriore progetto esecutivo, quello per il lotto IV, che sarà pronto entro l'anno. Il sopralluogo dell'assessore regionale alle infrastrutture Vincenzo Ceccarelli, dei sindaci di Empoli, Castelfiorentino, Gambassi Terme, San Miniato e dei rappresentanti della Città Metropolitana di Firenze e della Provincia di Pisa ha evidenziato che i lavori per la nuova infrastruttura procedono secondo i tempi previsti, così come la gara per l'affidamento dei lavori per il V lotto (da Brusciana a Dogana). Aggiudicati definitivamente i lavori per la realizzazione della rotatoria di Dogana, di raccordo con il IV lotto (che da Dogana va fino alla sp Volterrana, in località Casenuove, nel comune di Gambassi Terme).

Il cronoprogramma prevede la conclusione dei lavori e la messa in esercizio di quest'opera tanto attesa dal territorio per la fine del 2019. La gestione del Commissario regionale Alessandro Annunziati, iniziata a settembre 2014, è stata prorogata fino al 31 dicembre 2020 per seguire le fasi amministrative successive alla messa in esercizio.

«I lavori procedono nei tempi previsti - ha detto l'assessore regionale alle infrastrutture Vincenzo Ceccarelli, che oggi ha partecipato al sopralluogo insieme ai rappresentanti degli enti locali - ed anche per il prossimo futuro si delineano tappe serrate: alla gara per l'aggiudicazione del Lotto V hanno partecipato 18 soggetti ed ora la Città metropolitana di Firenze che è stazione appaltante sta vagliando le proposte per arrivare ad assegnare i lavori entro fine anno o al più tardi a inizio 2018. Prosegue anche la progettazione del IV lotto, che dovrebbe esser pronta anch'essa per gennaio 2018. La copertura finanziaria c'è per entrambi i lotti: 12 milioni e mezzo di risorse interamente regionali per il V lotto, 15,7 milioni per il IV lotto, finanziato con 15 milioni statali tratti dal Patto per Firenze e 700.000 euro di fondi regiona li. Da sottolineare anche il fatto che collegate a questi Lotti e portate avanti in parallelo ci sono opere accessorie, come la cassa di espansione di Madonna della Tosse o i lavori sul Rio Grassellino, saranno importanti per la regimazione delle acque e il contenimento del rischio idraulico. Ringrazio il commissario regionale Annunziati per il lavoro paziente e sistematico fatto, per riprendere le fila della realizzazione della variante alla SR 429 e dare nuovo impulso ai lavori, facendo rispettare il cronoprogramma».

«Questi lavori sono attesi dalla cittadinanza da decine di anni- ha aggiunto Brenda Barnini, sindaco di Empoli e presidente Unione Comuni Empolese Valdelsa- finalmente l'opera sta procedendo con i tempi e le modalità che avevamo immaginato. Di questo vanno ringraziati tutti gli enti coinvolti: partendo ovviamente dalla Regione Toscana, nella persona dell'assessore Ceccarelli e del commissario Annunziati che ha preso davvero in carico la questione, ma anche la Città Metropolitana che, come soggetto appaltante gestisce tutte le operazioni di gara, compiendo così definitivamente quel percorso che già la ex Provincia di Firenze aveva avviato con l'Empolese Valdelsa. Le speranze di apertura sono davvero concrete, così come a luglio scorso si è aperto il Lotto VI nei tempi prestabiliti, entro fine anno sarà aggiudicato il la voro per il lotto successivo e pubblicata la gara per il tratto fino a Castelfiorentino. Se davvero tutto procederà come sta andando possiamo dire che il 2019 sarà l'anno in cui la 429 troverà la sua ultimazione».

Lavori recentemente conclusi

Si è giunti all'apertura del VI lotto, sono stati avviati l'appalto dei lavori di completamento del V lotto e il progetto esecutivo per il completamento del IV lotto; sono stati realizzati o sono in corso d'opera tutti gli interventi necessari per eseguire i collaudi delle opere che erano rimaste incompiute; sono stati inoltre avviati interventi per la risoluzione di problematiche locali che, diversamente, avrebbero potuto ritardare i lavori sui vari lotti. In particolare, sul V lotto, sono state già realizzate le rampe dei cavalcavia CV1 e CV3, che consentiranno di togliere dalla variante alla sr429 le interferenze con la viabilità minore nel tratto tra le Quattro strade e Dogana, nel comune di Castelfiorentino. è stato concluso anche il lavoro di spostamento (con demolizione e ricostruzione) dell'argine della cassa di espansione di Madonna della Tosse, che in questo modo non soltanto è ritornata ai suoi standard di efficienza prima dell'inizio della stagione autunnale, ma è stata migliorata - di concerto con l'ufficio del Genio Civile di Firenze - perchè si è introdotto un nuovo scolo a clapet nel terzo modulo della cassa di espansione, ottimizzando lo scolo delle acque meteoriche con l'obiettivo di prevenire gli allagamenti che in passato hanno interessato l'abitato di Madonna della Tosse. Sempre a Madonna della Tosse, sarà realizzato anche un impianto di sollevamento, ad ulteriore garanzia contro gli allagamenti. Il progetto esecutivo è già pronto ed entro l'anno sarà avviata la procedura di gara per l'affidamento dei lavori. 

Lavori in corso

Realizzazione della rampe del cavalcavia CV2; due casse di espansione sul Rio Casino e Rio Grassellino a cavallo del V e VI lotto. Sebbene non ancora completata, la cassa del Rio Casino ha già mostrato la sua efficacia in occasione dei primi scrosci di pioggia nel mese di settembre. La cassa di espansione in derivazione sul Rio Grassellino è stata realizzata solo in parte, ma i lavori sono ad un punto tale che le probabili piogge delle prossime settimane potranno provocare solo brevi soste nell'esecuzione del lavoro; rampe del cavalcaferrovia CF1, un'opera particolarmente complessa, anche per la vicinanza con la linea ferroviaria Empoli-Poggibonsi costantemente in funzione. Grazie alla collaborazione con RFI i lavori saranno condotti in modo da non interferire, se non di notte e con adeguato preavviso, con la linea ferroviaria; completamento e realizzazione della complanare della via Bisarna presso l'abitato di Molin Nuovo. Anche quest'opera si sviluppa in parte lungo la linea ferroviaria la collaborazione con RFI consentirà di svolgere il lavoro senza interferenze con il servizio ferroviario. Una volta conclusi tutti i lavori nei pressi della linea ferroviaria, saranno soppressi altri due passaggi a livello, così come già avvenuto per quello già soppresso tra Molin Nuovo e via Bisarna. Questo consentirà un ulteriore miglioramento del servizio. Inoltre è da sottolineare che dal momento dell'apertura del VI lotto della variante alla sr 429, sono drasticamente diminuiti gli incidenti al passaggio a livello della frazione di Brusciana.

I prossimi passi per il completamento e la messa in esercizio della variante alla sr 429 riguarderanno:

il completamento del lotto V: 18 imprese hanno presentato domanda per partecipare alla gara per l'assegnazione di opere dall'importo complessivo di 12,5 milioni, completamente finanziate con fondi regionali, che dovranno essere concluse entro l'anno. la progettazione esecutiva del lotto IV, necessaria per dare continuità ai lavori, una volta terminato il lotto V. Il IV lotto, dall'importo complessivo di 15,7 milioni, è stato finanziato con 15 milioni statali (provenienti dal Patto per Firenze e destinate dalla Città Metropolitana) e 700 mila euro di risorse regionali. Il progetto riguarda il rilevato stradale, l'illuminazione di 3 gallerie e la realizzazione del ponte sul Rio Petroso. Infine si dovrà procedere al collaudo, alla restituzione dei terreni non più necessari alla realizzazione dell'opera, agli interventi di sistema zione ambientale e paesaggistica (es. la posa delle piante, che era stata rimandata per motivi climatici) e alla sistemazione della segnaletica. Sarà inoltre ripristinata, su richiesta della Città Metropolitana, la fermata bus extra-urbana di Brusciana, che era stata soppressa con l'apertura dei lavori del VI lotto.

Pubblicato il 9 novembre 2017 (modifica il 9 novembre 2017 | 17:44 )

  • Condividi questo articolo:
  • c
  • d
  • j

Lascia un commento

Torna su