''Cristallo tra le Mura'' a Colle di Val d'Elsa: apertura con la novità dell'area permanente per la lavorazione a caldo

Un'area permanente per far conoscere da vicino la suggestiva lavorazione a caldo del cristallo, coinvolgendo i maestri soffiatori e vetrai durante tutto l'anno, soprattutto in occasione delle manifestazioni più rilevanti. E' questa la principale novità con cui si è aperta a Colle di Val d'Elsa la 32esima edizione di ''Cristallo tra le Mura''

 
  • Condividi questo articolo:
  • j

Un'area permanente per far conoscere da vicino la suggestiva lavorazione a caldo del cristallo, coinvolgendo i maestri soffiatori e vetrai durante tutto l'anno, soprattutto in occasione delle manifestazioni più rilevanti. E' questa la principale novità con cui si è aperta ieri, giovedì 24 settembre a Colle di Val d'Elsa la 32esima edizione di "Cristallo tra le Mura", alla presenza, fra gli altri, del sindaco, Paolo Brogioni, del presidente della Provincia di Siena, Simone Bezzini e del presidente del Consorzio del Cristallo, Giampiero Brogi. L'area è stata allestita nel Vicolo della Misericordia, nei pressi del Duomo, in Colle alta, e ospita il forno per la produzione del cristallo, lo spazio per la lavorazione e alcuni pannelli dedicati alla storia del prodotto colligiano e agli strumenti utilizzati per la lavorazione. L'allestimento è stato curato dal Comune e dal Consorzio del Cristallo, con la collaborazione dell'Associazione Pro Loco e della famiglia Salvetti, che ha messo a disposizione lo spazio. L'area è stata intitolata a Vinicio Salvetti, Cavaliere del Lavoro e tra i fondatori della mostra dell'artigianato, nata nel 1977 e trasformatasi in "Cristallo tra le Mura" nel 1994.

L'inaugurazione dell'area permanente per la lavorazione a caldo è stata preceduta dalla cerimonia di apertura al Teatro dei Varii, con i saluti delle autorità. Il sindaco colligiano, Paolo Brogioni ha sottolineato l'importanza di "sostenere il percorso avviato negli ultimi anni per valorizzare il cristallo di Colle di Val d'Elsa e il suo legame con il territorio, anche attraverso iniziative come l'area permanente per la lavorazione, per far conoscere la nostra realtà oltre i confini locali e promuovere la ripresa di un settore in crisi da tempo e che ha bisogno di puntare anche su una trasformazione del prodotto". Il presidente della Provincia, Simone Bezzini, invece, ha sottolineato l'importanza di "coniugare tradizione e innovazione per valorizzare l'alta professionalità e la qualità che esprime il settore del cristallo, con l'obiettivo di ricercare nuove nicchie di mercato e di iniziare a reagire a una crisi che, per questo comparto, viene da lontano".

La cerimonia si è chiusa con l'esibizione del trio "In Sordina" e con la premiazione del Microfono di Cristallo, iniziativa promossa con il patrocinio dell'Associazione Personae Arti e Comunicazione e del Centro Unesco di Firenze. Il "Microfono di cristallo" per la radiofonia è stato consegnato a Laura Leoni, pittrice e scrittrice, e a Gemma Aiuti, scrittrice, mentre quello per l'economia, alla prima edizione, è andato a Paolo Campinoti, amministratore delegato della Pramac di Casole d'Elsa.

"Cristallo tra le Mura" andrà avanti fino a domenica 27 settembre, con la possibilità di vedere anche la lavorazione a freddo, nel Palazzo dei Priori; di partecipare alle degustazioni al Teatro dei Varii, il costo è di 5 euro e comprende un calice in cristallo e il biglietto di ingresso al Museo del Cristallo; di visitare il percorso di installazioni artistiche nel borgo medievale della parte alta della città. L'iniziativa propone la riscoperta di angoli e piazze che ospitano pezzi unici dei maestri vetrai e molatori; allestimenti pensati per il progetto "Vie del cristallo", come la "Pioggia di cristallo" nella galleria dell'impianto di risalita Il Baluardo, o altri temporanei, come la suggestiva "Colonna di cristallo" in Piazza Duomo. Particolari oggetti in cristallo realizzati dalle aziende colligiane, inoltre, sono ospitati nelle vetrine dei negozi, nella parte alta e bassa della città, mentre i locali dell'ex esattoria comunale ospitano la mostra fotografica "Di ghiaccio e di fuoco". Per l'intera durata della manifestazione, inoltre, gli schermi presenti nella galleria dell'impianto "Risalita Il Baluardo" proietteranno video dedicati al cristallo e realizzati dalla Cooperativa Kiné di Colle di Val d'Elsa. Durante i quattro giorni, sarà possibile anche gustare i piatti tipici della cucina toscana preparati dall'Associazione "Comitato Donne di Castello" nella suggestiva cornice di Piazza Duomo. Non mancherà, infine, l'occasione per conoscere meglio la città, grazie alla visita guidata organizzata da PuntoCittà e dall'Associazione Pro Loco per domenica 27 settembre, con ritrovo alle ore 15 in Piazza Arnolfo, al costo di 3 euro.

I punti di lavorazione dal vivo saranno aperti domani, sabato 26 e domenica 27 settembre dalle ore 11 alle ore 12.30, dalle ore 16 alle ore 20 e dalle ore 21 alle ore 23. Tutte le altre iniziative legate a "Cristallo tra le Mura", quali mostre e degustazioni, invece, saranno aperte dalle ore 11 alle ore 23.

Pubblicato il 25 settembre 2009

  • Condividi questo articolo:
  • j

Potrebbe interessarti

Torna su