''Cristallo tra le mura'': a Colle di Val d'Elsa la tradizione incontra l'artigianato

Il tradizionale appuntamento si svolgerà nei primi tre weekend di settembre

 
  • Condividi questo articolo:
  • j

Il cristallo di Colle di Val d'Elsa sarà ancora una volta protagonista, insieme all'affascinante lavoro di molatori, incisori e maestri vetrai, della XXIX^ edizione di "Cristallo tra le mura", la mostra nazionale e internazionale che si aprirà sabato 2 settembre nella suggestiva cornice del borgo medievale di Colle di Val d'Elsa.
La manifestazione si svolgerà nei primi tre weekend di settembre (sabato 2 e domenica 3; sabato 9 e domenica 10; sabato 16 e domenica 17) e sarà la vetrina delle idee che animano il mondo del cristallo, prodotto principe del territorio.

Le vie, le piazze, i musei e il Teatro dei Varii di Colle di Val d'Elsa saranno il palcoscenico principale del calendario ricco di eventi che animerà tutta la parte più antica e panoramica della città.
Gli amanti del cristallo potranno, infatti, visitare gli spazi espositivi, assaggiare e degustare i prodotti e i vini locali, visitare il Museo del cristallo, unico nel suo genere in Italia, e tutti i musei cittadini, aperti per l'occasione.
Tra le manifestazioni che animeranno i giorni del "Cristallo tra le mura" spiccano i percorsi del cristallo, tour informativi sulla produzione e la lavorazione di questo materiale, con la possibilità di assistere dal vivo al procedimento artigianale: dalla fusione alla soffiatura, alle fasi di incisione e molatura. Guide specializzate, in italiano e in inglese, accompagneranno i visitatori lungo un circuito dedicato alla storia del cristallo.
In piazza del Duomo sarà allestito un forno con il crogiuolo, dove gli artigiani locali soffieranno a bocca gli oggetti e daranno forma a preziosi capolavori. Insieme a quest'ultimi si esibiranno i molatori e gli incisori, che si occuperanno della decorazione, con figure e disegni geometrici, dei pezzi lisci di cristallo.

Il programma prevede, inoltre, l'esposizione "Il cristallo a teatro" nella cornice barocca del Teatro dei Varii; "Il cristallo come materiale prezioso" e la mostra di pezzi unici dei maestri vetrai nel Palazzo Civico.
La manifestazione prevede inoltre uno spazio dedicato all'esaltazione del connubio tra il calice di cristallo e il vino pregiato delle colline valdelsane. "Cristallo tra le Mura", infatti, da alcuni anni propone degustazioni comparate di vino con calici diversi, studiati da enologi professionisti e creati dalle cristallerie di Colle di Val d'Elsa per esaltare il sapore, l'aroma e il gusto del "nettare degli dei". Le degustazioni comparate saranno seguite da esperti sommelier e avranno lo scopo di dimostrare come il materiale e la forma del bicchiere siano due elementi fondamentali per assaporare e gustare vini pregiati. Il calice di cristallo, infatti, sottile e trasparente, esalta pienamente le qualità e il gusto del vino ed è considerato oggi, da sommelier e intenditori, uno strumento indispensabile per assaporare al meglio i vini pregiati.
Sabato 2 settembre, oltre all'apertura della manifestazione dedicata al cristallo, è in programma anche la IV^ edizione della rassegna di arte, cultura e spettacolo "LiberaCollArte". L'evento si svolgerà, nella parte bassa della cittadina valdelsana, a partire dalle ore 10 fino a tarda notte, con un calendario di attività che andranno a coprire il settore delle arti visive, del teatro, della gastronomia, della musica e della danza.

"Cristallo tra le mura" è organizzata dal Consorzio del cristallo, dal Comune di Colle di Val d'Elsa e dalla Pro Loco.
Per informazioni sul programma completo della manifestazione è possibile contattare Puntocittà, ufficio di informazioni turistiche, tel. 0577.921334, puntocitta@invaldelsa.it oppure il Museo del cristallo tel. 0577.924135, info@cristallo.org.

Le informazioni sulla manifestazione sono disponibili anche sui siti www.comune.collevaldelsa.it, www.terrediarnolfo.it e www.cristallo.org, il sito ufficiale del Consorzio del Cristallo di Colle di Val d'Elsa.

Pubblicato il 22 agosto 2006

  • Condividi questo articolo:
  • j

Potrebbe interessarti

Torna su