''Il coronavirus e l'umanità'': Il racconto musicale di due artiste toscane: Donatella Milani e Danil

Il periodo di crisi dovuta al contagio da covid-19 sta dando vita a numerose iniziative, molte di esse corrono veloci sulla rete

 DONATELLA MILANI E DANIL
  • Condividi questo articolo:
  • j

L'iniziativa riguarda due artiste Toscane, che, stranamente coinvolte dallo stesso flusso di forti emozioni, hanno realizzato un “Racconto Musicale” intitolato “Il Coronavirus e l’Umanità”.

Ma scendiamo in dettaglio, stiamo parlando di Donatella Milani, cantante e compositrice italiana, famosa per il suo brano “Volevo dirti”, firmato in collaborazione con Zucchero Fornaciari, grazie al quale, nel 1983, si classificò seconda al festival di Sanremo, ma anche ideatrice e compositrice di tantissimi altri successi, quali “Su di noi” di Pupo ed altre canzoni come: “Ma non ho più la mia città” di Gerardina Trovato. Passiamo dalla musica alla scrittura e parliamo di Daniela Lotti, in arte Danil, artista e scrittrice colligiana. Autrice del libro intitolato “L’Orologio e l’Incantesimo del Tempo”, legato ad un importante Progetto Solidale Pro Amatrice, che ha riscontrato notevoli successi e premi a livello nazionale. A tal proposito, ricordiamo che l’attore e presentatore RAI, Flavio Insinna, ha partecipato a questa iniziativa, donando gratuitamente la voce per la realizzazione dell’audiolibro.

Come è nato questo “Racconto musicale”? Ce lo inizia a spiegare Donatella Milani, che, spinta da forti emozioni dovute al momento, si è avvicinata al pianoforte ed ha iniziato a comporre, nota dopo nota, una melodia, che rispecchiava pienamente tutte le sensazioni che stava provando in quel momento. Istintivamente, poi, ha contattato la Lotti, per farle ascoltare quella musica. Danil, coinvolta da quegli accordi e viaggiando sulla stessa lunghezza d'onda della Milani, ha iniziato a mettere, nero su bianco, le emozioni che quella melodia aveva fatto nascere in lei. E così, parola dopo parola, il sodalizio artistico ha preso forma, trasformandosi in un breve racconto, intenso, vibrante e coinvolgente.

Come per magia, nota dopo nota ho visto nascere quella musica, che ha dato un senso ai miei pensieri, che si erano persi nell’abitudinaria confusione del momento. Ho pensato la stessa cosa che poi Daniela Lotti (in arte Danil), una mia amica scrittrice e collaboratrice, ha scritto, perché comunque eravamo come sintonizzate sulla stessa lunghezza di ‘pensiero’, se così si può chiamare” Ha raccontato, sorridendo, Donatella che, poi, ha continuato dicendo “Spinta dall’entusiasmo, ho fatto ascoltare la melodia appena nata a Daniela e lei, anch’essa ispirata dalla mia musica, ha scritto di getto, senza esitazione e con grande irriverenza, le parole che hanno dato vita al suo racconto” Anche la Lotti ci ha raccontato quelle che sono state le sue sensazioni: “Come dico sempre ‘Niente succede per caso’ ed in effetti era come se stessi aspettando proprio quella musica che, poi, mi avrebbe spinto a scrivere.” Anche lei sorride e poi continua “Quando Donatella mi ha inviato la sua melodia, nell’ascoltarla ho chiuso gli occhi e sono stata rapita da questa musica così particolare, che ‘raccontava alla perfezione il momento storico che stiamo attraversando’ e le parole, come fiumi in piena, mi hanno travolto! Ho iniziato a scrivere un po’ anche per esorcizzare la paura”.

E' nato così “Il Coronavirus e l’Umanità”. Il testo ha particolarmente colpito la Milani, che ha deciso di leggerla al pubblico, realizzando un video, che è stato diffuso prima su Facebook e poi su tutti gli altri canali social, nell'intento di far riflettere e trasmettere le emozioni provate ed il concetto di fondo, che risulta essere molto attuale, per le tematiche che va ad interessare: problematiche che non riguardano solo il Covid-19, ma una situazione climatica e ambientale globale.

Potrebbe interessarti anche: Misure anti coronavirus: multata pizzeria al taglio, era aperta al pubblico

Torna alla home page di Valdelsa.net per leggere altre notizie 

 

Pubblicato il 30 marzo 2020

  • Condividi questo articolo:
  • j
Torna su