Vivaio Il Roseto

''No alla violenza'', il grido in difesa delle donne parte da Palazzo Pretorio fra maxi-striscione, convegno e teatro

Il palazzo simbolo di Certaldo alto sarà location delle iniziative per la Giornata internazionale contro la violenza sulle donne. E una fotografia testimonierà il messaggio delle associazioni

 CERTALDO
  • Condividi questo articolo:
  • j

"No alla violenza" è il messaggio al centro della Giornata internazionale contro la violenza sulle donne, che ricorre il 25 novembre. Anche quest'anno l'amministrazione comunale di Certaldo è pronta a scendere in campo insieme alla associazioni del territorio per dare voce a quello che rappresenta un grido in difesa della donna, ma anche della vita, dei diritti, della dignità, della libertà. Lo farà con una serie di iniziative che prenderanno il via il 25 novembre 2021 sui canali social del Comune di Certaldo per poi proseguire in presenza, sabato 27 novembre a partire dalle 15, coinvolgendo anche il palazzo simbolo del borgo di Certaldo alto: Palazzo Pretorio, dal 25 fino al 28 novembre, ospiterà sulla sua facciata un maxi-striscione rosso con la scritta a caratteri cubitali bianchi "No alla violenza".

Ma andiamo per ordine. Giovedì 25 novembre, sui canali social Facebook, Instagram e Twitter del 'Comune di Certaldo', sarà divulgata un'immagine che vede protagoniste le associazioni certaldesi, da sempre sensibili ai bisogni della comunità: lo scatto, realizzato nel cortile del Palazzo Comunale alla presenza fra gli altri dell'assessore comunale alle Pari Opportunità, Clara Conforti, dell'assessore comunale Benedetta Bagni e della presidente del Consiglio comunale, Romina Renzi,  vuole essere un'occasione per 'fermare' il concetto "No alla violenza" e divulgarlo oltre i confini locali.

Sabato 27 novembre 2021, spazio invece a due iniziative fra dibattito e teatro, nel complesso museale di Palazzo Pretorio, con la collaborazione dello Spi Cgil e dell'Auser di Certaldo. Un programma riassunto nel manifesto caratterizzato dai disegni dell'artista Fabio Calvetti. Alle 15, nella chiesa di San Tommaso e Prospero, prenderà il via il dibattito "La condizione delle donne vittime di violenza nell'era Covid": saranno presenti, oltre al sindaco di Certaldo, Giacomo Cucini, e all'assessore comunale alle Pari Opportunità, Clara Conforti, Anna Masoni (Operatrice del centro antiviolenza Lilith di Empoli), Fiorella Bomè (Antenna Antiviolenza del Forum permanente delle donne) e Laura Rimi (Commissione regionale Pari Opportunità). A coordinare l'iniziativa sarà Carla Carpitelli del coordinamento Donne Spi Cgil Certaldo. A seguire su il sipario nel vicino Palazzo Pretorio su "S'alza il vento", spettacolo a cura di Kineses-Centro Studi Danza e Movimento e del laboratorio teatrale dell'associazione Polis di Certaldo: si tratta di una performance itinerante, di grande suggestione che, attraverso musica e movimento, propone un'occasione originale per guardare alla donna. Attraverso l'arte, appunto.

"La violenza sulle donne - sottolinea l'assessore Conforti - è un tema sul quale le occasioni di confronto non bastano mai. Lo tocchiamo con mano ogni giorno, sfogliando i giornali, guardando la tv, parlando con i volontari che si occupano delle vittime e spesso anche dei loro bambini. Per questo, come amministrazione, anche quest'anno, nonostante l'emergenza Covid non sia un capitolo chiuso, abbiamo deciso di offrire più occasioni di riflessione, cercando di coinvolgere tutte le preziose associazioni del nostro territorio. L'obiettivo è ribadire il concetto, raggiungere ogni fascia di età, intercettare anche attraverso i social i più giovani. Perché il rispetto della donna lo si impara fin da giovanissimi, anzi fin da bambini".

L'ingresso al dibattito e allo spettacolo teatrale è gratuito, tuttavia per accedere è richiesto il Green Pass.

Potrebbe interessarti anche: Un uomo trovato morto in piazza Matteotti a Empoli

Torna alla home page di Valdelsa.net per leggere altre notizie

Pubblicato il 17 novembre 2021

  • Condividi questo articolo:
  • j

Potrebbe interessarti

Torna su