'Agricolando' raddoppia: quattro giorni di festa a Castelfiorentino

La kermesse dell’agricoltura e degli antichi mestieri di Dogana è organizzata dal locale circolo Arci in collaborazione con il Comune di Castelfiorentino

 
  • Condividi questo articolo:
  • j

Le novità sono tante, ma quella che forse colpisce di più è il “Tiro dello Zuccone”, una gara singolare di tiro alla fune con una zucca gigante che concluderà la prossima edizione di “Agricolando”, festa “amarcord” di vita rurale che si svolgerà nella frazione di Dogana (Castelfiorentino) per ben due fine settimana, il 22-23 e il 29-30 settembre. Organizzata dal locale circolo Arci in collaborazione con il Comune di Castelfiorentino, la kermesse dell’agricoltura e degli antichi mestieri di Dogana si presenta quest’anno con un programma scoppiettante, raddoppiando i giorni di festa (da due a quattro), e aggiungendo a un format ormai collaudato (via dei sapori, via del sapere, via dei “curiosi”) nuove iniziative e altrettanti motivi di interesse, per grandi e piccini.

A partire da sabato pomeriggio (22 settembre), “Agricolando” aprirà ufficialmente i battenti con “Agricolando bike”, raduno alle 14.30 di mountain bike con percorso di 35 km, segnalato e predisposto dal gruppo “La Rotonda” (orario previsto di rientro 18.00/18.30, quota di partecipazione 5 euro), mentre per chi desidera rilassarsi nell’area a verde della festa potrà dilettarsi tra le mille delizie del “mercatino gastronomico” oppure prolungare i piaceri dell’estate nella “spiaggetta”: una zona appositamente allestita con piscina, ombrelloni e... sabbia, dove – se lo vorrà - potrà disputare anche un torneo di bocce. Per la gioia dei bambini, saranno inoltre a disposizione i gonfiabili e alcuni miniquad, sui quali potranno dare libero sfogo alla loro vivacità. Alle 19.00 tutti sull’Aia per la cena a base di prodotti tipici, accompagnata da della buona musica.

Domenica 23 settembre avvio della festa di buon mattino (ore 10.00) con l’apertura degli stand gastronomici, l’esposizione di trattori (nuovi e d’epoca) e di animali, cui farà seguito (ore 11.00) una dimostrazione di “aratura di altri tempi” in un campo adiacente all’area della manifestazione, eseguita da un trattore d’epoca. Alle ore 12.00 apertura del ristorante e – dopo pranzo (ore 14.00) – quella formativa per i giovanissimi: fattoria didattica con gli animali e orto dei bambini. A seguire (ore 15.00) laboratorio di “biscotti, decorazioni e smielatura” e in contemporanea una dimostrazione di cani da pastore, a cura di un istruttore. Alle 18.30 apericena con musica.

La festa riprenderà inoltre sabato 22 con il gran finale nel pomeriggio di domenica 30 settembre (ore 15.00), quando “Agricolando” andrà – è proprio il caso di dirlo - “fuori di zucca” con il Tiro dello zuccone. La singolare contesa, che vedrà alternare squadre di sei membri (5 uomini e 1 donna) si presenta come una gara di tiro alla fune assolutamente originale, che avrà per oggetto un macchinario realizzato artigianalmente dagli organizzatori, in cima al quale sarà posizionata una zucca enorme. Il primo premio? Una zucca di 200 kg. Chi non riuscirà a spuntarla, comunque, niente paura: sono in ogni caso previsti omaggi enogastronomici per tutti i partecipanti (quota iscrizione 5 euro). Subito dopo è prevista anche la consueta pesatura della zucca, con premio speciale per quella più grossa e un riconoscimento per tutti.

«Agricolando – sottolinea il presidente del Circolo Arci di Dogana, Elisa Giannini – nasce come festa contadina ma è soprattutto un’occasione per stare insieme, una festa di tutta la comunità di Dogana aperta a tutti, castellani e non. A ogni edizione cerchiamo di arricchirla e di rinnovarla con nuove iniziative, in modo da stimolare la curiosità e l’interesse, a partire dai più piccoli che sono maggiormente inclini a conoscere e toccare con mano i saperi dei loro nonni. Di qui l’idea, che viene confermata anche quest’anno, delle fattorie didattiche, unitamente ad altre novità che si sposano perfettamente con il prolungamento della manifestazione».

«E’ bellissimo vedere quanto la festa sia cresciuta negli ultimi anni – sottolinea l’Assessore all’Agricoltura e Turismo, Gianluca D’Alessio – realizzata da decine di volontari che con passione e impegno sono riusciti a questa edizione a compiere un autentico capolavoro: raddoppiare i giorni della manifestazione, due fine settimana ricchi di appuntamenti per tutte le età dedicati alla riscoperta del valore della terra, dei sapori genuini, della socialità».

«Agricolando – sottolinea il Sindaco, Alessio Falorni – è ormai diventato un appuntamento imperdibile non solo per la comunità di Dogana ma per tutti i castellani, una festa particolarmente adatta alle famiglie e un’occasione per trascorrere un sabato o una domenica all’aria aperta, inserendosi perfettamente in quel percorso avviato di riscoperta dell’agricoltura a tutti i livelli, sia sul versante formativo che di valorizzazione dei nostri prodotti locali. Un plauso meritato a tutti i volontari che si sono prodigati nell’organizzazione di questa festa, la quale si presenta quest’anno con una fisionomia temporale potenziata e rinnovata, un doppio fine settimana di settembre che va ad arricchire ulteriormente il panorama degli eventi che si tengono ogni anno nel nostro territorio».

Per ulteriori informazioni sulla festa si può visitare la pagina facebook di Agricolando e il sito http://agricolando.jimdo.com/

Pubblicato il 18 settembre 2018

  • Condividi questo articolo:
  • j

Potrebbe interessarti

Torna su